USA

USA, il Governo deve 230 milioni alle vittime della sparatoria in Texas

SDA

8.2.2022 - 18:12

Oltre 230 milioni di dollari andranno ai sopravvissuti e ai familiari delle vittime della sparatoria in una chiesa del Texas.
Keystone

Un giudice federale ha ordinato al governo degli Stati Uniti di pagare poco più di 230 milioni di dollari ai sopravvissuti e ai familiari delle vittime della sparatoria in una chiesa del Texas nel 2017, in cui morirono 26 persone.

SDA

8.2.2022 - 18:12

Il giudice Xavier Rodriguez si è pronunciato sette mesi dopo aver ritenuto il governo responsabile al 60% del massacro commesso dal pilota dell'aeronautica Devin Patrick Kelley alla First Baptist Church di Sutherland Springs.

«Le perdite e il dolore che queste famiglie hanno subito sono incommensurabili», ha scritto Rodriguez. Kelley, che il magistrato ha ritenuto responsabile al 40%, ha usato armi da fuoco che non avrebbe dovuto essere autorizzato ad acquistare dopo essere stato ammesso in una corte marziale del 2012 per aggressione domestica.

L'Air Force non aveva infatti inserito tale motivazione in un database utilizzato per i controlli dei precedenti. Oltre alle 26 vittime, il 5 novembre 2017 nella chiesta a circa 50 km da San Antonio 22 persone sono rimaste ferite quando Kelley, 26 anni, vestito di nero e con indosso una maschera da teschio, ha aperto il fuoco durante una funzione domenicale. Dopo l'inseguimento della polizia, il killer si è ucciso sparandosi un colpo alla testa.

SDA