Guerra in Ucraina

Combattimenti nei sobborghi di Severodonetsk, accerchiata la città

SDA

7.5.2022 - 12:36

Scontri a fuoco con armi leggere sono in atto nei sobborghi della città di Severodonetsk, nel Donbass, tra i separatisti filo-russi dell'Ucraina orientale e unità di Kiev che usano cecchini e droni.
Scontri a fuoco con armi leggere sono in atto nei sobborghi della città di Severodonetsk, nel Donbass, tra i separatisti filo-russi dell'Ucraina orientale e unità di Kiev che usano cecchini e droni.
KEYSTONE/AP/ANDRIY ANDRIYENKO

Scontri a fuoco con armi leggere sono in atto nei sobborghi della città di Severodonetsk, nel Donbass, tra i separatisti filo-russi dell'Ucraina orientale e unità di Kiev che usano cecchini e droni. Lo riferisce la BBC.

SDA

7.5.2022 - 12:36

La città, che prima dell'invasione contava una popolazione di 100'000 abitanti, sarebbe vicina all'accerchiamento. Vittime civili sono state segnalate sia nella città di Bakhmut, dopo un attacco missilistico su una zona residenziale, sia nel Donetsk.

Intanto Le forze armate ucraine stanno allargando la controffensiva nella regione orientale di Kharkiv e potrebbero così allentare la pressione dell'esercito russo su quel quadrante. Un'operazione offensiva su larga scala potrebbe respingere le operazioni russe in corso per circondare le forze ucraine nella regione di Severodonetsk.

Secondo un rapporto del think-tank militare Usa «American Institute for War Studies» (Istituto per lo studio della guerra), le unità di Kiev hanno ripreso sotto il loro controllo diversi insediamenti a nord e ad est di Kharkiv, riducendo la capacità russa di minacciare il centro regionale.

«Questa operazione ucraina sta diventando una controffensiva di successo e più ampia, in contrasto con i contrattacchi locali che le forze ucraine hanno condotto durante la guerra per impadronirsi di territori chiave e contrastare le operazioni offensive della Russia», affermano gli analisti.

Verso la riconquista di Kharkiv

Inoltre, le forze armate stanno visibilmente riconquistando il territorio lungo un ampio arco intorno a Kharkiv, piuttosto che concentrarsi su un attacco ristretto, indicando la capacità di lanciare operazioni offensive più ampie che non erano ancora state osservate dal 24 febbraio.

Sebbene sia improbabile che le forze ucraine minaccino direttamente le comunicazioni di terra russe a Izium (poiché si estendono più a est dalle recenti offensive ucraine), le unità di Kiev potrebbero allentare la pressione russa su Kharkiv e forse minacciare un'ulteriore avanzata verso il confine russo.

Il ministero della Difesa russo rende noto che nel corso di raid aerei nella regione orientale di Kharkiv, le forze di Mosca la notte scorsa hanno distrutto una «grande quantità» di armi ed equipaggiamenti forniti all'Ucraina dagli Stati Uniti e da Paesi europei.

Gli attacchi, ha detto il portavoce del ministero Igor Konashenkov, sono avvenuti vicino alla stazione ferroviaria di Bogodukhov, e hanno anche ucciso 280 combattenti ucraini. Secondo la fonte, i caccia russi hanno colpito 18 siti militari ucraini, inclusi due posti di comando oltre a cinque zone in cui erano schierate truppe ed equipaggiamenti militari ucraini.

Sono inoltre stati distrutti tre depositi di carburante e munizioni vicino al villaggio di Dachnoye, nella regione di Odessa (sudovest). Le difese aeree di Mosca, ha aggiunto il portavoce, hanno abbattuto sempre la notte scorsa 17 droni ucraini, tre missili Tochka-U e nove missili Smerch.

Attacchi respinti dalle forze ucraine

Dal canto loro, le forze ucraine riferiscono hanno respinto ieri otto attacchi russi e hanno abbattuto almeno 14 droni dell'esercito di Mosca. Inoltre, secondo l'ufficio stampa dell'Operazione delle forze congiunte, sono stati distrutti tre carri armati russi, oltre a otto sistemi di artiglieria, sette veicoli corazzati da combattimento, tre unità di equipaggiamento speciale e un veicolo.

Secondo l'intelligence britannica, le forze ucraine hanno distrutto almeno uno dei più sofisticati carri armati russi, il T-90M. Il ministero della Difesa di Londra sottolinea che il conflitto sta infliggendo pesanti perdite ad alcune delle unità più capaci dell'esercito russo e Mosca impiegherà molto tempo per ricostituire le sue forze armate dopo il conflitto.

Inoltre sarà particolarmente difficile per la Russia rimpiazzare equipaggiamenti sofisticati come il carro armato T-90Ma causa delle sanzioni occidentali che limitano l'accesso della Russia a importanti componenti microelettronici.

L'esercito di Kiev, nel suo ultimo aggiornamento, sostiene che sono almeno 25'100 i soldati russi uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione. Inoltre che dopo 73 giorni di conflitto si registrano anche 199 aerei da caccia abbattuti, oltre a 155 elicotteri e 341 droni.

Le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1122 carri armati russi, 509 pezzi di artiglieria, 2713 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 90 missili da crociera, 172 lanciamissili, 11 navi, 1934 tra veicoli e autocisterne per il trasporto del carburante, 84 unità di difesa antiaerea e 38 unità di equipaggiamenti speciali.

SDA