Johnson: «Verso dei lockdown con tre livelli di misure»

ATS

12.10.2020 - 17:47

«Un lockdown generale» come in primavera «non sarebbe la cosa giusta», ma allo stesso tempo «non possiamo lasciare che la malattia faccia il suo corso: ciò porterebbe a molte morti e il sistema sanitario sarebbe sopraffatto».

Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson comunicando al Parlamento la decisione di introdurre un lockdown con «tre livelli» di gravità delle restrizioni a seconda delle zone del Regno.

I tre livelli

Il livello 'medio', ha spiegato Johnson, coprirà la maggior parte del Paese. Prevederà le regole attuali, vale a dire il limite di massimo sei persone per le riunioni e la chiusura alle 22 per i pub.

Il livello di allerta 'alto' coprirà la maggior parte delle aree soggette alle attuali restrizioni: le persone non potranno incontrare altre famiglie in posti al chiuso. Il Nottinghamshire e il Cheshire orientale e occidentale saranno compresi in questo livello.

Al livello di allerta 'molto alto' saranno vietati gli incontri in casa e tutti i pub e i bar saranno chiusi. Inoltre saranno chiusi palestre, i centri ricreativi, i negozi di scommesse e i casinò. Johnson ha spiegato di avere concordato con la regione della città di Liverpool che questa entrerà in quest'ultimo livello.

Per Johnson le ulteriori restrizioni aiuteranno a salvare vite e proteggere il sistema sanitario allo stesso tempo, tenendo in moto l'economia ed evitando danni all'istruzione dei bambini e dei ragazzi.

Tornare alla home page

ATS