Elezioni

Il Brasile va al ballottaggio

SDA

3.10.2022 - 07:07

In Brasile si va al ballottaggio
In Brasile si va al ballottaggio
Keystone

Il Brasile resta in bilico. Il risultato elettorale non ha restituito una vittoria netta. La festa è rimandata al ballottaggio del 30 ottobre.

SDA

3.10.2022 - 07:07

Luiz Inacio Lula da Silva, 76 anni, icona della sinistra sudamericana, grande favorito ai sondaggi, non ha confermato i pronostici di vittoria della vigilia, che gli attribuivano fino al 51% di consensi già al primo turno.

Quasi al termine degli scrutini il leader del Partito dei lavoratori (Pt) aveva totalizzato il 48,35% di voti, mentre il suo avversario, il presidente di destra uscente, Jair Bolsonaro (Pl), 67 anni, il 43,27%, battendo tutte le aspettative, e tallonando in un conteggio sul filo di lana.

Il commento di Lula

«La lotta continua fino alla vittoria finale». Il ballottaggio non è che una «proroga», ha commentato Lula al termine dello scrutinio, spronando i delusi.

«Abbiamo vinto sulle menzogne» dell'istituto di sondaggi «Datafolha». Ora «lavorerò per cambiare il voto della gente» ha promesso Bolsonaro, in giornata bersaglio di un attacco hacker alla pagina web.

La partita è ancora aperta

Da ora alla fine di ottobre la partita è indubbiamente tutta aperta, e per il colosso verde-oro si annunciano giorni difficili, con una nuova appendice di campagna elettorale ad alta tensione.

Il rischio è che Bolsonaro getti benzina sul fuoco, incendiando le piazze ed accelerando nei suoi attacchi senza tregua per screditare il Tribunale superiore elettorale (Tse) ed il suo presidente, il giudice Alexandre de Moraes, cuore delle procedure democratiche.

Una deriva pericolosa, con i Paesi occidentali – Europa e Stati Uniti in testa – che nelle ultime settimane avevano inviato appelli richiamando al rispetto dello stato di diritto.

SDA