Ucraina I filorussi: «La capitale temporanea a Kherson è Genichesk»

SDA

12.11.2022 - 12:28

Immagini satellitari pubblicate dalla società statunitense Maxar mostrano che numerosi ponti che collegano le sponde del fiume Dnipro nei pressi di Kherson sono stati gravemente danneggiati a seguito del ritiro delle truppe russe.
Immagini satellitari pubblicate dalla società statunitense Maxar mostrano che numerosi ponti che collegano le sponde del fiume Dnipro nei pressi di Kherson sono stati gravemente danneggiati a seguito del ritiro delle truppe russe.
Keystone

La città di Genichesk è da oggi, sabato, temporaneamente la capitale amministrativa della regione di Kherson, ha dichiarato all'agenzia di stampa statale russa Ria Novosti Alexander Fomin, addetto stampa del vicepresidente filorusso del governo regionale.

SDA

12.11.2022 - 12:28

«Oggi, la capitale amministrativa temporanea della regione di Kherson è Genichesk. Tutte le principali autorità sono concentrate lì», ha affermato. Genichesk, località turistica e città portuale dell'Ucraina, si trova nel sud della regione, sulla costa del Mar d'Azov.

Secondo lo Stato Maggiore dell'esercito ucraino, come riferisce Unian, «l'esercito russo sta rafforzando la difesa sulla riva sinistra del fiume Dnipro a Kherson migliorando la fortificazione delle linee difensive. Sta cercando inoltre di mantenere i territori temporaneamente catturati».

Il portavoce dello Stato maggiore ucraino Vladyslav Seleznyo, citato da Unian, ha sostenuto che «gli occupanti russi non ci daranno pace e Kherson dovrà affrontare il destino delle regioni in prima linea. Dovremo aspettarci un massiccio attacco missilistico e di artiglieria lanciato dalle forze di Mosca passate sulla riva sinistra del fiume Dnipro».

Numerosi ponti sono stati gravemente danneggiati

Intanto immagini satellitari pubblicate dalla società statunitense Maxar mostrano che numerosi ponti che collegano le sponde del fiume Dnipro nei pressi di Kherson sono stati gravemente danneggiati a seguito del ritiro delle truppe russe. In particolare sono state distrutte diverse sezioni del ponte Antonovskiy, con alcune campate che sono cadute nell'acqua. Danni significativi sono stati rilevati anche alla diga di Nova Kakhovka.

Mentre la polizia ucraina – riporta il «Kiev Independent» – ha aperto 53 procedimenti penali per crimini di guerra commessi dalle truppe russe nell'oblast di Kherson.

Stando a Dmytro Sakharuk, direttore esecutivo del più grande produttore privato di energia dell'Ucraina, non c'è energia elettrica nella città di Kherson. Come riporta il «Kiev Independent» Sakharuk ha aggiunto che ci vorranno circa 30 giorni per ripristinare la rete di energia elettrica.

SDA