Ucraina Missili russi su Kiev, vittime e blackout

SDA

23.11.2022 - 14:48

Secondo le autorità della capitale sono state colpite "aree residenziali" e "siti di infrastrutture critiche".
Secondo le autorità della capitale sono state colpite "aree residenziali" e "siti di infrastrutture critiche".
Keystone

Un massiccio attacco di missili russi è stato lanciato verso Kiev e l'intera regione. L'allarme è stato dato dal capo dell'amministrazione statale regionale di Kiev Oleksiy Kuleba. Stando a fonti militari si contano almeno tre morti e sei feriti.

SDA

23.11.2022 - 14:48

Secondo il sindaco della capitale Vitaly Klitschko sono state colpite infrastrutture energetiche. «Altre esplosioni in diverse zone della capitale. I servizi di soccorso e i medici sono in arrivo. In alcune zone di Kiev non c'è luce», ha scritto Klitschko su Telegram.

Secondo l'amministrazione cittadina, i missili lanciati dai russi hanno in particolare colpito nuovamente le infrastrutture energetiche, l'ultimo di una serie di attacchi che hanno causato blackout in tutto il paese proprio mentre il servizio meteo ucraino ha diramato l'allerta per la neve e il ghiaccio. Sono stati riscontrati anche problemi con la rete della telefonia mobile. Kuleba ha riferito su Telegram che sono state colpite «aree residenziali» e «siti di infrastrutture critiche».

«Il nemico sta lanciando attacchi missilistici sulle infrastrutture critiche della città di Kiev. Rimanete nei rifugi fino alla fine dell'allerta aerea», ha scritto l'amministrazione comunale della capitale sulle reti sociali. I giornalisti dell'Afp hanno riferito di interruzioni di corrente nel nord e nel centro di Kiev.

Blackout anche in altre città

Gli attacchi hanno ripercussioni anche su altre città: stando al sindaco di Leopoli (ovest) Andriy Sadovy, «l'intera città è rimasta senza elettricità dopo gli attacchi russi ai siti energetici ucraini. La città è senza luce. Potrebbero esserci interruzioni nell'erogazione dell'acqua». Pure a Kharkiv la luce è scomparsa e il trasporto elettrico si è fermato, affermano i media ucraini.

Anche in molte regioni della vicina Moldavia, inclusa la capitale Chisinau, si registrano «massicci blackout» a causa dei bombardamenti russi in Ucraina, ha annunciato il vice primo ministro Andrei Spinu sul suo canale Telegram, secondo quanto riferisce l'agenzia russa Ria Novosti.

Intanto il «Kyiv Independent» riferisce di missili su Bucha, nell'oblast di Kiev. Missili russi sono stati lanciati – secondo i media ucraini – anche contro Odessa e Dnipropetrovsk.

Un legame con il parlamento europeo?

Da parte sua Il capo dell'ufficio presidenziale ucraino Andriy Yermak – in videocollegamento all'Eurocamera – ha dichiarato che la Russia ha lanciato missili subito dopo che il parlamento europeo l'ha riconosciuta come uno Stato sponsor del terrorismo: «I terroristi confermano immediatamente di essere terroristi: lanciano missili», ha detto, riporta Unian.

Yermak ha aggiunto che nel paese «il sistema elettrico sta per collassare. Il ritmo della distruzione supera quello della costruzione, il vostro aiuto è vitale», ha detto. All'Eurocamera è partita la campagna «Generatori di speranza», in collaborazione con la rete Eurocities, per l'acquisto di generatori di corrente per le città dell'Ucraina. «Stiamo per affrontare il nostro inverno più duro», ha sottolineato Yermak.

SDA