Giustizia

Stati Uniti: due ex dipedenti di Twitter «spie di Riad»

ATS

7.11.2019 - 07:25

Secondo il Dipartimento di giustizia americano i due incriminati avevano il compito di raccogliere informazioni sugli account di alcuni dissidenti o critici di Riad.
Source: Keystone/AP/MATT ROURKE

Due ex dipendenti di Twitter sono stati formalmente incriminati dal Dipartimento di giustizia statunitense con l'accusa di essere due spie al servizio dell'Arabia Saudita.

Secondo l'atto d'accusa i due avevano il compito di raccogliere informazioni sugli account di alcuni dissidenti o critici di Riad. Uno dei due ex dipendenti, Ahmad Abouammo, cittadino statunitense, è stato arrestato.

Il secondo ex dipendente di Twitter incriminato, Ali Alzabarah, cittadino saudita, secondo il Dipartimento di giustizia nel 2015 sarebbe riuscito ad accedere per conto del regime di Riad alle informazioni personali di oltre 6'000 account.

Spiato un amico di Jamal Khashoggi

Uno di questi profili apparteneva a Omar Abdulaziz, una delle persone più vicine a Jamal Khashoggi, il dissidente saudita e giornalista del «Washington Post» assassinato lo scorso anno da agenti sauditi a Istanbul.

Secondo gli inquirenti un terzo individuo, Ahmed Almutairi, cittadino saudita, avrebbe agito da intermediario tra i funzionari di Riad e i due ex dipendenti di Twitter. Questi ultimi due personaggi non sono finiti in manette perché si pensa siano ora in Arabia Saudita.

È la prima volta che le autorità federali statunitensi accusano pubblicamente Riad, uno dei principali alleati nel Medio Oriente, di spionaggio.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS