USA 2024 Robert Kennedy Jr corre per la Casa Bianca ma da indipendente

SDA

9.10.2023 - 20:19

"Dichiaro anche l'indipendenza dalle grandi aziende, da Wall Street, dalle élite ciniche, dai media mercenari e dai due partiti politici e gli interessi corrotti che li dominano", ha affermato Robert Kennedy Jr.
"Dichiaro anche l'indipendenza dalle grandi aziende, da Wall Street, dalle élite ciniche, dai media mercenari e dai due partiti politici e gli interessi corrotti che li dominano", ha affermato Robert Kennedy Jr.
Keystone

Il rampollo e pecora nera dei Kennedy è ufficialmente la spina nel fianco di democratici e repubblicani alle presidenziali del 2024. Robert Kennedy Jr, 69enne nipote del presidente John Fitzgerald e figlio di Bob, ha annunciato che correrà per la Casa Bianca come indipendente e rischia di togliere voti sia all'attuale presidente democratico Joe Biden che al suo predecessore e candidato repubblicano Donald Trump.

9.10.2023 - 20:19

«Dichiaro l'indipendenza dalle grandi aziende, da Wall Street, dalle élite ciniche, dai media mercenari e dai due partiti politici e gli interessi corrotti che li dominano», ha attaccato durante un evento a Filadelfia (Pennsylvania) confessando di essere «addolorato» dal dover prendere le distanza dalla storia della sua famiglia.

Un accanito «no vax» e cospirazionista

Ex avvocato ambientalista di grido, Robert Jr è salito alle cronache durante la pandemia di Covid come un accanito «no vax» e un convinto cospirazionista.

Ha attaccato le misure promosse da Anthony Fauci, allora alla guida della task force sanitaria alla Casa Bianca, bollandole come «fasciste», si è fatto promotore di teorie totalmente false su virus e vaccini - l'inoculazione del 5G, per dirne una - tanto da essere cacciato da Instagram e, infine, l'anno scorso, è finito nella bufera per aver detto, durante un comizio «no vax» a Washington, che era stato più facile per Anna Frank sfuggire ai nazisti che per gli americani scappare dall'obbligo di vaccino.

«Anche nella Germania di Hitler si potevano attraversare le Alpi e arrivare in Svizzera. Oggi invece il meccanismo che hanno messo in piedi non consente a nessuno di noi di scappare», aveva gridato alla folla. Una scivolata antisemita che il 69enne ha ripetuto di recente in un video nel quale dichiarava che il Covid «è stato studiato per attaccare i bianchi e i neri piuttosto che gli ebrei ashkenaziti e i cinesi».

Populismo di destra che piace a parte dei repubblicani

Cospirazionismo, attacco all'élite di Washington e alle grandi aziende sono elementi di un populismo di destra che piace ad una parte dei repubblicani. Dal 18 al 21 ottobre, Kennedy interverrà alla Cpac, la conferenza dei conservatori di Las Vegas (Nevada), assieme ad uno dei candidati del Grand old party, Vivek Ramaswamy.

E, secondo indiscrezioni, Elon Musk, che ultimamente ha abbracciato tesi sempre più estremiste, potrebbe lanciare un super-Pac proprio per sostenere la corsa di Robert Kennedy Jr. Ma, e questo è ciò che preoccupa la campagna di Biden, l'erede controverso di Camelot piace anche ai democratici.

Secondo gli ultimi sondaggi, a livello nazionale Robert Jr può raccogliere il 15% delle preferenze dei liberal - tranne quelle della sua famiglia che ha preso le distanze in modo abbastanza compatto - e quelle di un americano su sette tra entrambi i partiti.

Il nipote di Jfk non è l'unico da tenere svegli i consiglieri di Biden. A inizio mese il professore, filosofo e attivista afroamericano Cornel West ha lasciato il Green Party (Verdi) e ha annunciato di correre da indipendente con l'obiettivo, ha dichiarato, di riportare alle urne gli elettori disamorati dalla politica americana.

SDA