Collegamento A2-A13, Zali: «Nessuno stravolgimento»

SwissTXT

17.9.2019 - 15:43

Claudio Zali
Ti-Press / archivio

Claudio Zali getta acqua sul fuoco dopo le incomprensioni con l'USTRA sul progetto del collegamento A2-A13. 

«Nessuno stravolgimento». Dopo le polemiche nate attorno all’approfondimento del progetto generale del futuro collegamento A2-A13, Claudio Zali è tornato «rassicurato» dall’incontro con il direttore dell’Ufficio federale delle strade (USTRA) Jürg Röthlisberger.

«Mi è stato chiarito che bisogna considerare il fatto che loro hanno ricevuto 400 chilometri di strade nazionali da realizzare, con 20 progetti maggiori», ha spiegato il consigliere di Stato ticinese.

Rassicurazioni necessarie

«In un’ottica di parità di trattamento, si è deciso di procedere allo stesso modo per tutti i progetti. E quindi di stanziare un numero importante di ore di approfondimento», ha aggiunto ai mimcrofini della RSI, «che però potrebbero anche non essere indispensabili».

«E mi è stato assicurato che non vi è alcuna volontà di stravolgere il lavoro già fatto. Vi è consapevolezza della delicatezza del comparto in cui ci muoviamo. E quindi devo dire che ho ricevuto le rassicurazioni che ritenevo necessarie», ha concluso Claudio Zali.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT