Al salvataggio di rane e rospi

SwissTXT

16.2.2020 - 22:05

Immagine d'illustrazione

La Salle Natural History Museum of Venezuela/AFP/Archives

Come tutti gli anni tra febbraio e marzo, a seconda delle condizioni climatiche, inizia il periodo della migrazione degli anfibi dai boschi, luoghi di letargo, agli stagni, luoghi di riproduzione.

Un esodo stagionale talvolta micidiale per rane, rospi e tritoni, a causa degli attraversamenti stradali.

Le organizzazioni ambientaliste, con l'appoggio degli enti pubblici, da un trentennio si occupano di favorire la migrazione nei passaggi più a rischio, grazie anche all'impegno di volontari.

«Vengono realizzati dei sottopassi appositi per gli anfibi sotto la strada oltre a delle barriere fisse lungo i lati», ha spiegato Mirko Sulmoni, del Dipartimento del territorio.

Tornare alla home page