Ascona

Ascona, al via il progetto per il nuovo tetto della pista di ghiaccio Siberia

SwissTXT/Red

13.3.2022

Ascona: stato di degrado della pista di ghiaccio della Siberia. Nella foto, scorcio dalla tribuna della pista di ghiaccio della Siberia.© Ti-Press / Samuel Golay
Nella foto uno scorcio dalla tribuna sullo stato di degrado della pista di ghiaccio della Siberia.
© Ti-Press / Samuel Golay / Ti-Press

La pista di ghiaccio della Siberia di Ascona è spesso inagibile. È stata infatti avviata una raccolta fondi con l'autorizzazione del Municipio di Ascona, per il nuovo tetto della struttura. La sua inaugurazione è prevista per il 2023.

SwissTXT/Red

13.3.2022

Con pioggia, neve, o semplicemente forte vento la pista della Siberia di Ascona è spesso impraticabile. Un guaio per gli appassionati e per le tre principali società che si allenano quotidianamente sul ghiaccio locarnese.

Come riportato dalla RSI, i tre club sportivi hanno infatti unito le forze per realizzare un progetto di copertura fissa della struttura. Grazie al sostegno del Comune e l'aiuto concreto di sponsor e sostenitori, il tanto atteso tetto potrebbe diventare realtà.

Un progetto rimandato da 40 anni

È quasi da 40 anni che si parla della nuova copertura della Siberia, ma senza successo. Come riporta la RSI, questa volta è diverso: grazie all'unione delle società sportive di hockey, pattinaggio artistico e curling è stato realizzato e proposto un progetto.

E le società sportive, con un'autorizzazione rilasciata dal Municipio, hanno avviato una raccolta fondi che conta già alcune importanti adesioni.

L'argomentazione è che il Locarnese necessita di più ghiaccio. L'Hockey Club Rivers con Ascona, Valle Maggia e Valle Verzasca conta 250 giovani, il pattinaggio artistico della sola Ascona poco meno e poi c'è il curling. Avere una pista sempre aperta serve per garantire gli allentamenti per bambini e ragazzi, e soprattutto per chi sogna un futuro sportivo sul ghiaccio, si legge sul sito della RSI.

Lunedì la Siberia chiuderà, la raccolta fondi invece continuerà. L'intervento costerà 2,2 milioni di franchi e l'aiuto richiesto agli sponsor sarà di 300'000 franchi. La nuova pista è prevista per il 2023.