Divorzio inevitabile?

Badaracco a Finzi Pasca: «Basta, c'è una misura a tutto»

SwissTXT / pab

11.10.2018

Roberto Badaracco e Daniele Finzi Pasca, il divorzio sembra vicino (archivio)
TI-PRESS

Il capo Dicastero cultura, Roberto Badaracco, torna sulla questione Finzi Pasca. Il sindaco di Lugano Marco Borradori: "La verità non è tutta da una parte"

"Ci stiamo preparando per un’eventuale partenza da Lugano", aveva detto lunedì Daniele Finzi Pasca. L'autore ha appena presentato la prima ticinese dello spettacolo "Donka" al LAC, il polo culturale cittadino al centro delle polemiche dopo lo strappo tra il regista e la dirigenza sulla questione dell'insediamento della sua compagnia.

Mercoledì sera, ai microfoni della RSI, si sono riaccese le polveri dopo la risposta del Consiglio Direttivo di martedì: Roberto Badaracco, del Dicastero cultura,  difende i vertici di Lugano Arte e Cultura (LAC) e risponde all'artista "Basta, a tutto c'è una misura".

Borradori: «chiuderla così è uno sbaglio»

"Bisogna saper dire, anche a Daniele Finzi Pasca - pur importante che sia - uno dei più grandi attori teatrali, Daniele, a tutto c'è un limite". "Ci siamo seduti tante volte al tavolo, anche con il Municipio, con lui (Finzi Pasca ndr), e con la direzione del LAC" ha poi precisato Badaracco.

Il sindaco Marco Borradori si rammarica invece per le rispettive uscite e prese di posizione su radio, televisione e giornali: "Nella mia vita professionale ho sempre visto che la verità non sta da una parte".

"Non si può dimenticare che Daniele Finzi Pasca è figlio di questa città, che ha portato il nome di questa città in giro per l'Europa e il mondo intero e lo farà ancora." ha continuato Borradori,  terminando "Credo che chiuderla così, con attacchi e contrattacchi a mezzo stampa sia comunque uno sbaglio"

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page