Lo scandalo della carta sconto per i frontalieri

SwissTXT

12.2.2018 - 11:05

Foto simbolica
DPA

Lo scandalo della carta sconto per i frontalieri che fanno il pieno di carburante in Lombardia continua a tenere banco.

Lunedì la Provincia di Como online segnala che le numerose denunce per i prezzi gonfiati alla pompa che in pratica azzeravano il bonus concesso da Regione Lombardia a chi aveva la tessera che permetteva di rifornirsi pagando meno non sono servite a nulla. Infatti, i prezzi in provincia di Como continuano a essere i più cari di tutto il territorio lombardo, con differenze che vanno dai 4 ai 10 centesimi in più al litro nel caso della benzina. E a parità di compagnia, il pieno costa più che a Lecco, Sondrio, Varese o Monza.

Tornare alla home page

SwissTXT