Ticino

Lupo in Val di Blenio, Zali: «Abbattendo un piccolo non risolveremo i problemi»

Swisstxt / Red

26.11.2022 - 09:06

Immagine d'illustrazione.
Immagine d'illustrazione.
KEYSTONE/DPA/BERND THISSEN

Uno dei giovani lupi del branco della Valle di Blenio che ha attaccato due bovini in agosto può essere ucciso: l'Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha approvato la domanda presentata da Bellinzona. Claudio Zali, direttore del Dipartimento del territorio, ha commentato la decisione ai microfoni della RSI.

Swisstxt / Red

26.11.2022 - 09:06

È anche grazie a un video girato con delle fotocamere notturne che il Cantone aveva scoperto la presenza di almeno due cuccioli di lupo in valle di Blenio.

Così aveva indirizzato a Berna una domanda di regolazione del branco. Richiesta accolta: l'UFAM ha dato il via libera all'abbattimento di un giovane esemplare. Tocca ora al Cantone decidere se darvi seguito oppure no.

Decisione prevista per mercoledì prossimo

Claudio Zali ha spiegato all'emittente di Comano: «Decideremo verosimilmente mercoledì prossimo, anche se secondo il mio punto di vista non è abbattendo un piccolo che risolveremo i problemi di predazione. Non sono un biologo, ma il piccolo lupo non ha sicuramente fatto granché, mentre le predazioni di bovini in quella zona sono avvenute a opera di un altro adulto».

Anche per un altro lupo maschio (M187), che aveva predato due bovini, è già in vigore un ordine di abbattimento emanato dal Cantone. A distanza di un mese non è ancora stato trovato. 

Il direttore del DT ritiene che «i due ordini non sono incompatibili, anche se la Confederazione dice che i genitori del piccolo che dovrebbe essere abbattuto vanno preservati. Il problema è che i lupi non girano con il cartellino che li distingue, solo gli esami del DNA permettono a posteriori di stabilirne l’identità». Si rischia quindi di uccidere l'animale adulto sbagliato.

Potrebbero intervenire anche i cacciatori

Per l'abbattimento, il Cantone può chiedere anche l'aiuto di cacciatori. «Non lo abbiamo ancora concretizzato, ma siamo in trattativa con un certo numero di cacciatori. C’è disponibilità visto che il tema è molto sentito, d’altra parte è in corso la caccia tardo-autunnale e i cacciatori sono comunque già impegnati» dice Zali alla RSI.

L'abbattimento del lupo dovrà avvenire nell'area dove si trovano gli animali da reddito e altri lupi, per riuscire a cambiare il comportamento del branco.

Swisstxt / Red