È morto l'ex direttore della SSR Antonio Riva

SwissTXT / pab

13.12.2020 - 12:58

Antonio Riva nel 2012
rsi

L’ex direttore della generale della SSR Antonio Riva è morto. Avrebbe compiuto 85 anni il 27 dicembre.

Nato a Lugano, aveva frequentato il liceo a Engelberg e studiato giurisprudenza a Monaco di Baviera, Firenze e Berna, presiedendo la società degli studenti svizzeri e ottenendo infine la licenza in diritto nel 1961 e poi, nel 1966, il brevetto di avvocato a notaio. Una scelta naturale fin lì in una famiglia di giuristi, aveva poi raccontato.

«C’è stata poi questa occasione televisiva che ho voluto sperimentare»: in quello stesso 1966 era così entrato alle dipendenze della Televisione della Svizzera italiana in qualità di responsabile dei programmi informativi. Nel 1975 aveva assunto la responsabilità dei programmi informativi della Radio della Svizzera italiana.

Direttore della SSR dall'aprile 1987

Nel 1981 era stato quindi nominato direttore del servizio programmi della SSR. Il balzo alla direzione dell’ente radiotelevisivo nazionale era arrivato con la nomina nell’aprile del 1987. Era subentrato a Leo Schürmann.

«La SSR come la Svizzera essa stessa è un fatto di volontà e coscienza federalistica. Le iniziative private difficilmente o forse mai potrebbero dare alle minoranze linguistiche quanto necessitano», aveva detto in un’intervista dopo la nomina.

Molti i cambiamenti sotto la sua direzione: dalla strutturazione dell'azienda in holding all'introduzione di novità tecnologiche e di Internet. Anche da Berna ebbe sempre un occhio di riguardo per il Ticino, con il suo sostegno ad esempio per il mantenimento della Radiorchestra e della Fonoteca di Lugano.

Alla fine di agosto del 1996 aveva lasciato il posto per pensionamento, gli era subentrato Armin Walpen.

Tornare alla home page

SwissTXT / pab