L'Ema autorizza il farmaco basato sull'anticorpo monoclonale scoperto a Bellinzona

SDA

16.12.2021 - 15:53

La sede ad Amsterdam dell'EMA, ad Amsterdam.
Keystone

L'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha raccomandato l'autorizzazione di due nuovi farmaci per il trattamento del Covid-19: uno è quello sviluppato da GlaxoSmithKline in partenariato con l’azienda VIR Biotechnology e basato sull'anticorpo monoclonale Sotrovimab scoperto nel laboratorio Humabs Biomed di Bellinzona. 

SDA

16.12.2021 - 15:53

L'altro è l'antinfiammatorio anakinra (Kineret).

In una nota, l'EMA spiega che il Sotrovimab è indicato per trattare il Covid-19 negli adulti e negli adolescenti dai 12 anni di età e con un peso di almeno 40 chilogrammi, che non richiedono ossigeno supplementare e che sono a maggior rischio che la malattia diventi grave.

Il farmaco sviluppato da GSK riduce significativamente i ricoveri ospedalieri per i pazienti a rischio, ha sottolineato l'ente regolatore europeo. Si tratta della terza cura a base di anticorpi monoclonali approvata nell'UE per il trattamento del Covid-19, dopo l'approvazione a novembre di Regkirona e Ronapreve. Il Sotrovimab è già disponibile in Svizzera: la Confederazione ne ha ordinate 3'000 dosi.

L'indicazione di anakinra è stata invece estesa per includere il trattamento di Covid-19 in pazienti adulti con polmonite che richiedono ossigeno supplementare (ossigeno a flusso basso o alto) e che sono a rischio di sviluppare grave insufficienza respiratoria, come determinato dai livelli nel sangue di una proteina chiamata suPar.

SDA