Governo

Ex funzionario condannato per coazione sessuale, «no all'inchiesta»

SwissTXT

7.11.2019 - 09:56

Palazzo delle Orsoline a Bellinzona, sede del Governo.
Palazzo delle Orsoline a Bellinzona, sede del Governo.
Ti-Press / Archivio

Il Governo non ritiene che vi siano i presupposti per la creazione di una Commissione parlamentare d'inchiesta (CPI) sul caso dell’ex funzionario del Dipartimento della sanità e della socialità condannato per coazione sessuale.

Di norma, scrive l'esecutivo, una CPI viene istituita «solo in casi eccezionali» e «di fronte ad un evento di grande portata istituzionale».

L'Esecutivo precisa inolte che «nessun funzionario dirigente (passato e presente) è coinvolto nell’inchiesta sugli abusi sessuali operati dall’ex funzionario».

L'opinione del Governo non è comunque vincolante, e il Gran Consiglio potrà decidere diversamente.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT