Grigioni

Un sondaggio prevede forti cambiamenti in Gran Consiglio 

uj, ats

14.4.2022 - 15:15

Grossi sconvolgimenti in vista nel Gran Consiglio retico, stando a un sondaggio. (Immagine d'archivio)
Keystone

Per la prima volta il prossimo 15 maggio i 120 membri del Gran Consiglio grigionese saranno eletti col sistema proporzionale: si profilano grandi mutamenti con l'UDC in enorme crescita e Alleanza del Centro e Partito liberale democratico (PLD) in forte calo.

uj, ats

14.4.2022 - 15:15

Questo almeno secondo un sondaggio «rappresentativo» realizzato dall'istituto Sotomo per conto del gruppo mediatico retico Somedia e della Radiotelevisiun Svizra Rumantscha (RTR). All'inchiesta, realizzata in linea tra il 28 marzo e il 4 aprile, hanno partecipato 1888 cittadini retici con diritto di voto, ha indicato la RTR ieri sera.

I risultati dell'inchiesta vanno letti con prudenza, in particolare per quanto concerne i Verdi liberali (PVL) che non presentano candidati in tutte le circoscrizioni elettorali.

L'abbandono del sistema maggioritario dovrebbe avvantaggiare in particolare proprio PVL e democentristi. Entrambe le formazioni vedrebbero più che triplicata la loro attuale deputazione: se si fosse votato alla fine di marzo l'UDC avrebbe conquistato 31 seggi, 22 in più di quelli occupati con le elezioni del 2018; i Verdi liberali sarebbero passati da tre a undici, potendo formare per la prima volta un gruppo parlamentare. Anche la lista congiunta del PS e dei Verdi sarebbe tra i vincenti, con 26 mandati contro i 19 attuali.

Assai meno roseo il destino degli attuali pesi massimi del parlamento retico, Centro (nato dalla fusione di PDC e PBD) e PLD. Sempre stando al sondaggio, entrambi i partiti perderanno più di due quinti dei loro seggi. I liberali democratici dovrebbero fare a meno di 16 mandati rispetto alle elezioni di quattro anni fa e occuperebbero 20 poltrone; gli ex democristiani e borghesi democratici scenderebbero a quota 31 (-22), in parità con l'UDC.

uj, ats