Covid

Più ricoveri negli ospedali retici, crescono i pazienti gravi in Ticino

Swisstxt

6.9.2021 - 10:55

Sebbene il numero di nuove infezioni da Sars-CoV-2 sembra stabilizzarsi in entrambi i cantoni, non accenna a diminuire la pressione sugli ospedali. In quelli retici aumentano le persone in reparto, in quelli ticinesi invece quelle che necessitano di cure intense.

Gli ospedali ticinesi hanno trovato alternative efficaci
Gli ospedali ticinesi hanno trovato alternative efficaci
©Ti-Press/Alessandro Crinari

Swisstxt

6.9.2021 - 10:55

Le autorità sanitarie ticinesi hanno registrato in 72 ore 65 nuovi casi di Covid, a fronte dei 99 del weekend precedente, ma nessun decesso. Il bilancio da inizio pandemia resta quindi fermo a 999 morti, l'ultimo dei quali deceduto alla fine di agosto.

Sono ora 27 i pazienti ricoverati in ospedale, 9 dei quali si trovano in terapia intensiva. Si tratta quindi di tre ospedalizzati in meno nel complesso, ma anche di casi tre gravi in più rispetto a venerdì.

Nel cantone, stando a dati aggiornati a venerdì, il 55,8% della popolazione ha ricevuto le due dosi di vaccino.

Più pazienti nei Grigioni

Sono 36 i nuovi casi di Covid registrati nei Grigioni in 24 ore. Lo comunicano lunedì mattina le autorità retiche. Inoltre altre due persone sono state ricoverate a causa di un decorso grave del Covid-19 portando il totale degli ospedalizzati a quota 25 di cui cinque sono in un reparto di terapia intensiva e sottoposti a respirazione artificiale.

Non si contano ulteriori decessi, che nei Grigioni restano dunque fermi – da inizio pandemia – a quota 195.

Stando ai dati aggiornati alla settimana scorsa nei Grigioni sono state somministrate 215'674 vaccinazioni. 100'318 persone (il 50.4% della popolazione) sono completamente vaccinate.

Swisstxt