Aumentano le ospedalizzazioni sia in Ticino che nei Grigioni

Swisstxt

15.12.2021 - 08:17

Superato il picco dei contagi
archivio keystone

Aumenta la pressione sui nosocomi ticinesi e grigionesi con diverse nuove ospedalizzazioni. Nei Grigioni le nuove infezioni sembrano rallentare ma si registra un morto. In Ticino invece i nuovi casi raggiungono un nuovo record.

Swisstxt

15.12.2021 - 08:17

In Ticino sono stati registrati nelle ultime 24 ore 264 nuovi contagi da Covid. Non se ne vedevano tanti in un solo giorno dal mese di gennaio, a conferma della tendenza all'aumento già registrata nelle ultime settimane.

Non si segnalano nuovi decessi – il bilancio è di 1'028 da inizio pandemia – dopo che ieri ne erano stati annunciati tre. Aumentano i pazienti ricoverati in ospedale, che tornano sopra quota 100: attualmente sono 102, con ben cinque nuovi ospedalizzati da martedì (primato da aprile), di cui 14 in terapia intensiva (+2).

Nelle 68 case anziani la situazione rimane invece più tranquilla: sono solo tre i residenti positivi. Sul fronte delle classi in quarantena, che sono 24, 2 delle quali nuove.

Più ospedalizzati anche nei Grigioni

Una persona è deceduta di Covid nelle ultime 24 ore nei Grigioni, dove il bilancio da inizio pandemia sale a 216 morti.

Resta alta la pressione sugli ospedali. I pazienti ricoverati sono ora 52, ben cinque in più rispetto a martedì, di cui 7 nei reparti di terapia intensiva.

I dati diffusi mercoledì confermano come i contagi stiano leggermente rallentando rispetto al picco di una settimana fa, pur restando a livelli molto elevati. Le nuove infezioni sono infatti 176, a fronte delle 172 di ieri, martedì, e delle 295 di mercoledì scorso. Calano di conseguenza anche i casi attivi: sono 1'817 le persone in isolamento (-152) e 1'639 quelle in quarantena.

Swisstxt