L'ora della verità

SwissTXT

5.5.2019 - 19:15

Palazzo di giustizia di Lugano
Ti-Press

Si aprirà venerdì 24 maggio il processo contro il giovane del Bellinzonese che nel luglio del 2017 avrebbe stuprato la ex-convivente.

Alla sbarra dovrà rispondere, in via principale, delle accuse di violenza carnale e sequestro di persona.

I due si erano incontrati casualmente in discoteca. In taxi avevano poi raggiunto l'appartamento di lui, dove l'imputato avrebbe approfittato del fatto che la ex-compagna fosse ubriaca. Per impedirle di scappare l'avrebbe inoltre chiusa in casa.

Il 29enne ammette il rapporto sessuale, ma sostiene che avvenne in maniera consenziente. Il processo sarà dunque indiziario.

Ticino & Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT