Giustizia

Delitto di Monte Carasso: la coppia torna alla sbarra

SwissTXT

24.6.2019 - 00:30

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Ti:Press / archivio

Il delitto di Monte Carasso tornerà in aula.

I legali di entrambi gli imputati hanno infatti inoltrato la dichiarazione di appello, confermando così l'intenzione, manifestata a suo tempo, di ricorrere contro il verdetto.

Il 15 aprile la Corte delle Assise Criminali di Lugano, presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, ha ritenuto la coppia colpevole di assassinio.

Il 49enne, che nel luglio del 2016 uccise la ex moglie inscenandone il suicidio, è stato condannato a 16 anni di carcere. L'attuale consorte, la «mente» del piano, all'ergastolo. La donna si è sempre professata innocente. Il marito, reo confesso, punta invece a una riduzione della pena.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT