Al Civico di Lugano

La realtà aumentata in sala operatoria

SwissTXT / pab

5.11.2021

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione

La tecnologia è sempre più presente nelle sale operatorie anche dell'Ente ospedaliero cantonale, che si è dotato di nuove strumentazioni per gli interventi di chirurgia spinale

SwissTXT / pab

5.11.2021

Al Civico di Lugano ora si interviene con più precisione grazie alla realtà aumentata. Una sala operatoria attrezzata con particolari apparecchiature permette di ridurre i tempi degli interventi più delicati di chirurgia spinale, ma soprattutto di ridurre a zero l'errore umano, riferisce la RSI.

Dopo una fase di studio che ha coinvolto una trentina di pazienti, la macchina è ufficialmente operativa nelle mani del caposervizio di neurochirurgia Pietro Scarone che ha portato la particolare tecnologia in Ticino. riporta la RSI.

Il chirurgo, in sostanza, opera guardando non il paziente, ma uno schermo che diffonde in tempo reale le immagini dell'esterno e dell'interno del corpo.

È la macchina che secondo delle istruzioni ricevute in precedenza dal medico, fornisce l'esatta traiettoria per infilare un ago o una vite nella spina dorsale del paziente senza rischiare di lesionare dei nervi, si legge sul portale della RSI.