Incontro con le industrie

Leggi dinamiche per un'economia in costante aggiornamento

SwissTXT / pab

28.11.2019

Il Cantone incontra le industrie 
Il Cantone incontra le industrie 
Ti-Press

Leggi più dinamiche per un'economia in costante aggiornamento, l'abolizione dell'arcaica imposta di bollo e conguagli delle tasse senza anni e anni di ritardi.

Il Canton TIcino e l'economia privata hanno discusso, giovedì, di questi punti durante la 28esima visita alle imprese organizzate dall'Associazione industriali ticinesi.

Il Cantone in aiuto delle aziende

Tra le aziende visitate anche la Podium che è specializzata nel realizzare arredamenti per cucine, producendone circa 2'000 all'anno. Per questo il cuore dell'azienda è rappresentato da una falegnameria che occupa buona parte dello stabile sul Piano di Magadino. Non si tratta però di una falegnameria vecchio stile, ma è formata da costosi macchinari all'avanguardia.

Cinque anni tra un investimento e quello successivo sono troppi per restare in vetta. Tre anni fa alla Podium è stato acquistato un macchinario da mezzo milione che ha potuto beneficiare di un aiuto di circa 85'000 franchi da parte del Cantone.

Regole che aiutino di più le imprese

Quest'anno è stata aggiunta una nuova macchina da 700'000 franchi che non ha potuto contare su alcun aiuto. Per questo i proprietari hanno chiesto al direttore del Dipartimento delle finanze e dell'economia, Christian Vitta, regole che aiutino di più le imprese che devono costantemente stare al passo coi tempi.

Durante la visita si è parlato anche di imposte tanto vecchie da esser definite «borboniche» dal direttore del DFE. È quindi stata chiesta l'abolizione dell'imposta di bollo, che esiste solo in Ticino.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page