Monteggio: «Morì mostrando il difetto del macchinario»

SwissTXT

20.8.2020 - 18:27

Immagine d'illustrazione.
Ti-Press / archivio

Il 44enne del Varesotto morto in un'azienda di Monteggio l'11 febbraio è deceduto proprio mentre stava mostrando ai responsabili della sicurezza dell'azienda il malfunzionamento del macchinario che ne ha causato il decesso.

A sostenerlo sono i patrocinatori della vedova, secondo i quali il tutto è stato filmato da un responsabile che voleva documentare i problemi.

L'incidente, secondo quanto comunicato, è avvenuto mentre l'operaio usava una piegatrice che secondo lui aveva bisogno di misure di sicurezza supplementari.

L'uomo è stato colpito al petto da un perno che si è spezzato e dalla sbarra di alluminio che stava piegando. Secondo il comunicato diffuso mercoledì la tragedia sarebbe avvenuta a causa di problemi al macchinario, indipendentemente dal fatto che l'operaio vi stesse operando frontalmente (e non lateralmente) dopo aver impostato un programma non del tutto corretto.

Il video, spiegano i patrocinatori della vedova, è stato acquisito dalla procura ticinese, la quale conferma che gli accertamenti sono ancora in corso per chiarire le eventuali responsabilità di terzi.

L'ipotesi di reato che potrebbe configurarsi è quella di omicidio colposo. L'azienda dice di cooperare con le autorità.

Tornare alla home page

SwissTXT