Tra Ticino e Italia

'ndrangheta e cantieri ferroviari, chiusa l'inchiesta a Milano

Swisstxt / Red

6.7.2022

Vezia: cantiere Alp Transit galleria di base del Monte Ceneri. Nella foto i lavori del cantiere Alptransit al portale sud della galleria di base del Ceneri.  © Ti-Press / Gabriele Putzu
Immagine d'illustrazione: il cantiere Alp Transit sul Monte Ceneri nel 2014.
© Ti-Press / Gabriele Putzu

La procura di Milano ha concluso l'inchiesta riguardo alle presunte infiltrazioni della 'ndrangheta nei subappalti per lavori ferroviari in varie parti d'Italia. Anche il Ticino, ricorda la RSI, era toccato.

Swisstxt / Red

6.7.2022

Nell'inchiesta erano coinvolte infatti anche GCF e Gefer. Si era parlato di loro nella Svizzera Italiana nel 2019, quando un servizio di Falò aveva denunciato delle presunte irregolarità sul cantiere dell'AlpTransit sul Monte Ceneri. 

Il procedimento aperto dal ministero pubblico ticinese resta pendente, mentre i responsabili delle due ditte italiane rimangono indagati a piede libero.

GDF respinge ogni addebito, tramite il suo legale, e ricorda che non ci sono imputati al momento nell'inchiesta ticinese. Per la vicenda italiana, invece, il pubblico ministero dovrà ora decidere se chiedere il rinvio a giudizio o se archiviare la posizione dei due dirigenti, scrive l'emittente di Comano.