Il giallo continua

Gomme scaricate in Italia, sarà chiesta assistenza giudiziaria alla Svizzera

SwissTXT/Red

7.4.2022

I pneumatici scoperti nell'area naturale protetta lombarda
I pneumatici scoperti nell'area naturale protetta lombarda

Proseguono le indagini per trovare i responsabili dell'abbandono di centinaia pneumatici ticinesi all'interno del Parco della Pineta di Appiano Gentile e Tradate, scaricate nell’area protetta lombarda dopo un viaggio partito dal Ticino.

SwissTXT/Red

7.4.2022

È stato grazie alle etichette incollate sul battistrada degli pneumatici, che è stato possibile risalire alla loro provenienza. Infatti le gomme sono state consegnate a un garage del Locarnese che, a sua volta, li avrebbe affidati a una ditta per lo smaltimento.

Tuttavia pochi giorni fa, come anticipato dalla RSI, sono stati ritrovati nel parco del Comasco. Il carico abusivo è stato trasportato tra le vie sterrate di campagna e, stando alla prime ricostruzioni, è stato scaricato di notte nella zona protetta.

Nel frattempo le etichette sono state rimosse, probabilmente dalle autorità locali che stanno indagando sul caso. A tal proposito il sindaco di Lurago Marinone ha confermato ai microfoni della RSI, che verrà richiesta assistenza giudiziaria alle autorità elvetiche.

Il titolare del garage del Locarnese ha dichiarato alla RSI di avere affidato gli pneumatici a una ditta che si occupa di smaltimento e con la quale collabora da anni. Da quel momento si perderebbero le tracce degli pneumatici ritrovati abbandonati e anche triplati (ovvero inseriti uno dentro l'altro), un'operazione che solo chi è del settore è in grado di praticare.

Intanto al momento, in Svizzera non risulta aperto nessun incarto.