Notizie regionali

Rutenio, contaminazione forse russa

SwissTXT

10.10.2017 - 15:49

SwissTXT

La provenienza del rutenio-106 rilevato nell'aria a sud delle Alpi negli scorsi giorni, con misurazioni a Cadenazzo e Bellinzona in particolare, deve ancora essere accertata ma si sospetta che debba essere ricercata a sud degli Urali, in Russia. Le concentrazioni non sono pericolose per l'uomo e sono in diminuzione, precisa in un comunicato di martedì l'Ufficio federale della sanità pubblica. Il valore massimo è stato di 1'900 micro-Becquerel/m3, 350 volte al di sotto del limite di immissione fissato in un'ordinanza federale. I dati sono inferiori a quelli rilevati in altri paesi colpiti, come Repubblica Ceca, Austria, Polonia e Italia.

Tornare alla home page

SwissTXT