Incidente mortale

Sondrio, condannato imprenditore retico

SwissTXT

22.11.2019 - 05:57

IMMAGINE D'ILLUSTRAZIONE
IMMAGINE D'ILLUSTRAZIONE
Ti-press / archivio

Omicidio colposo e non rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro.

Sono le imputazioni che hanno portato giovedì alla condanna a due anni e due mesi di reclusione, oltre a un'ammenda di 6'000 euro, a carico di un imprenditore della Val Poschiavo attivo nel settore del legno.

A pronunciare la pena è stato il Tribunale di Sondrio. L'accusa era relativa ad un incidente avvenuto il 2 giugno del 2017, a Grosio, che costò la vita a un romeno di 42 anni e procurò lesioni gravi a un connazionale di 45 anni.

I boscaioli avevano ricevuto per il lavoro una teleferica incompleta e senza istruzioni, il cui montaggio maldestro fu all'origine della tragedia.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT