Terre di Pedemonte dice «no» alla riforma sul prepensionamento

Swisstxt

29.11.2020 - 16:01

Nella foto una veduta sui comuni di Cavigliano e Verscio e sul fiume Melezza.
Nella foto una veduta sui comuni di Cavigliano e Verscio e sul fiume Melezza.
archivio Ti-Press

Il Municipio e la maggioranza del Consiglio comunale non hanno visto confermate le loro scelte in occasione della votazione sul primo referendum lanciato nel comune di Terre di Pedemonte.

I cittadini hanno chiaramente respinto (823 no e 336 sì) la modifica del Regolmento organico dei dipendenti osteggiata da un comitato formato principalmente da esponenti PLR e PPD.

La novità, approvata dal Legislativo il 15 giugno, prevedeva di facilitare il prepensionamento dei dipendenti comunali tramite il riconoscimento di un contributo straordinario da versarsi all’istituto di previdenza per il riacquisto degli anni mancanti al pensionamento ordinario.

Tornare alla home page

Swisstxt