Ticino di nuovo nelle cifre nere

SwissTxt / pab

20.5.2020 - 15:12

Immagine d'illustrazione
Keystone / archivio

Approvato il messaggio governativo con un avanzo di 60,3 milioni di franchi. Anche il capitale proprio torna in positivo a 112,2 milioni, ma il futuro preoccupa.

Il Canton Ticino resta nelle cifre nere. Dopo il risultato record del 2018, con 137,2 milioni di franchi di avanzo, anche nel 2019 si conferma la tendenza positiva, con un risultato di 60,3 milioni, a fronte dei 14,7 milioni preventivati.

Lo fa sapere il Governo che ha approvato il relativo messaggio. L’autofinanziamento si attesta a 269,3 milioni, mentre il debito pubblico rimane stabile situandosi appena al di sotto di 1,9 miliardi e gli investimenti netti ammontano a 270,3 milioni.

Il futuro preoccupa

Sul fronte ricavi si registrano maggiori scostamenti rispetto al preventivo, attribuibili alla mancata entrata in vigore della tassa di collegamento e minori entrate fiscali. Al contrario sul fronte delle spese c’è stata una riduzione di 62,6 milioni rispetto a quanto preventivato.

Il futuro però preoccupa: «La situazione che stiamo vivendo, a seguito dell’emergenza sanitaria in atto, avrà pesanti effetti per le finanze pubbliche nel 2020 e negli anni successivi. Già oggi può essere stimato per il 2020 un risultato ampiamente deficitario che riporterà il capitale proprio in zona negativa» si legge nella nota dell’Esecutivo.

Tornare alla home page

SwissTxt / pab