Cercò di importare due elicotteri militari, al via il processo

9.9.2019

Source: Keystone

Si apre lunedì al Tribunale penale federale (TPF) a Bellinzona il processo nei confronti del proprietario di un'azienda ticinese per tentata infrazione alla legge sul materiale bellico. L'uomo voleva importare due elicotteri militari dall'Italia.

Nel febbraio del 2018 uno spedizioniere annunciava a Chiasso l'arrivo di componenti di aeromobili. Spedito da una società di armamento italiana, l'invio era destinato a un'impresa aeronautica ticinese.

All'arrivo alla frontiera, l'Ispettorato doganale di Mendrisio scopriva che si trattava di due Agusta Bell 212 ASW (anti-submarine warefare) utilizzati dalla marina militare italiana. Gli apparecchi erano privi di motori e di trasmissione.

Infrazione alla legge sul materiale bellico

Dopo aver consultato la Segreteria di Stato dell'economia (Seco), l'Ispettorato bloccava i due elicotteri, la cui importazione non era stata autorizzata.

L'imprenditore è stato condannato dal Ministero pubblico della Confederazione – per tentata infrazione alla legge sul materiale bellico – a 20 aliquote giornaliere da 30 franchi sospese e a una multa di 100 franchi. L'uomo ha presentato ricorso. Il suo caso è ora al vaglio del TPF.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page