COVID-19: il Governo garantisce un rapido accesso ai crediti per le PMI

ATS

25.3.2020 - 15:43

Il consigliere federale Ueli Maurer
Source: KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

Le PMI potranno ottenere da domani accesso ai crediti per sopperire alla mancanza di risorse dovuta al coronavirus. Il governo ha licenziato un'ordinanza di necessità, che comprende un programma per fronteggiare una carenza di liquidità nell'ordine di 20 miliardi.

La misura è stata presentata oggi ai media a Berna dal consigliere federale e ministro delle finanze Ueli Maurer. Le richieste di credito, garantite dalla Confederazione, dovranno essere presentate preferibilmente alla propria banca. Il necessario modulo si trova sul sito web covid19.easygov.swiss.

Mauer, espressosi alla fine della seduta straordinaria odierna dell'esecutivo, ha ricordato che già venerdì il Consiglio federale ha presentato un «ampio pacchetto di misure» per arginare le conseguenze economiche della pandemia.

Trovato un compromesso

Secondo Maurer si è dovuto trovare un compromesso tra le richieste dell'economia e quelle della piazza finanziaria. L'ordinanza è stata adottata almeno fino al 19 aprile, nel frattempo si valuterà la situazione e il da farsi dopo questa scadenza.

Alle decine di migliaia di piccole e medie imprese (PMI) elvetiche, anche alle più giovani, vengono ora messi a disposizione crediti transitori per riuscire a coprire i loro costi fissi correnti più urgenti, malgrado le perdite di fatturato dovute al Covid-19. A ciò si aggiungono i provvedimenti già decisi nell'ambito del lavoro ridotto e dell'indennità di perdita di guadagno generata dal virus per la copertura dei salari.

L'ordinanza concernente la concessione di crediti e fideiussioni solidali prevede che le società colpite possano chiedere ai rispettivi istituti di riferimento prestiti corrispondenti fino massimo al 10% del loro volume d'affari o a 20 milioni di franchi. Bisognerà soddisfare dei criteri minimi, dichiarando di aver effettivamente subito un buco sostanziale a causa del virus.

Prestiti a tasso zero

«I crediti fino a 500'000 franchi saranno garantiti al 100% dalla Confederazione e saranno a tasso zero», ha affermato Maurer, aggiungendo che verranno erogati rapidamente, senza lungaggini burocratiche.

I crediti transitori d'importo superiore al mezzo milione sono invece garantiti da Berna all'85%, mentre il restante 15% è a carico della banca che li emette. Possono raggiungere i 20 milioni, ma presuppongono un esame più approfondito. Per il mutuo coperto dalla Confederazione, il tasso d'interesse è dello 0,5%.

Inoltre, come già emerso ieri, poiché molte PMI dispongono soltanto di un conto PostFinance, anche quest'ultimo istituto potrà fornire prestiti fino a 500'000 franchi. Si tratta di una misura limitata nel tempo che non esime PostFinance dal divieto generale di rilasciare crediti.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page