Molti virus in circolazione Il medico cantonale bernese mette in guardia: «La gente è tornata a morire per il Covid»

red

8.12.2023

Barbara Grützmacher dice che ci sono di nuovo morti per Covid in Svizzera.
Barbara Grützmacher dice che ci sono di nuovo morti per Covid in Svizzera.
KEYSTONE

L'inverno, si sa, è tempo di virus: attualmente la maggior parte delle infezioni è causata dal Covid, ma dilaga anche l'influenza. E purtroppo, come spiega il medico cantonale di Berna Barbara Grützmacher, il SARS-CoV-2 sta tornando a mietere vittime.

red

8.12.2023

Hai fretta? blue News riassume per te

  • Secondo il medico cantonale di Berna Brabara Grützmacher, in Svizzera si muore di nuovo di Covid. Ma i casi non sono molti.
  • Troppe poche persone appartenenti ai gruppi a rischio degli over 65 e dei malati cronici sono immunizzate.
  • Attualmente ci sono «molti virus in giro»: dopo il Covid, anche l'influenza sta colpendo, e il picco non è ancora stato raggiunto.
  • Il virus RS è in aumento ed è particolarmente pericoloso per i bambini.

«Diverse persone con un'infezione da Covid sono tornate a morire negli ospedali in Svizzera», avverte Barbara Grützmacher sulla «SRF». Ma il medico cantonale di Berna e presidente dei medici cantonali della Svizzera rassicura che «fortunatamente non sono in molte».

I nosocomi non sono sovraccarichi, ma quello che si nota è che attualmente le persone che rientrano nei gruppi a rischio «vengono ricoverate più spesso». Grützmacher consiglia quindi a tutti gli ultra 65enni e ai malati cronici di vaccinarsi nuovamente.

In questo gruppo di persone al momento risulta che sono troppo pochi quelli protetti. Il medico cantonale ritiene che le ragioni possano essere diverse. «In molti sono stufi del Covid, che attualmente non è una minaccia e infatti solo poche persone devono andare in ospedale».

«Molti virus in arrivo»

Uno svantaggio è che alcuni medici di base in Svizzera offrono solo la vaccinazione antinfluenzale e quindi i pazienti vengono invitati a recarsi in farmacia per la protezione contro il Covid. E questo è «ovviamente più macchinoso», sostiene Grützmacher, che aggiunge: «Penso che si debba cercare di rendere il tutto il più semplice possibile».

Non si può ancora dire se una nuova ondata di Covid sia imminente: «Stiamo monitorando attentamente la situazione e speriamo che non arrivi una nuova variante che porti a casi più gravi nel corso dell'inverno».

Grützmacher spera che «molte persone decideranno di vaccinarsi prima della fine dell'anno». Questo perché al momento ci sono «molti virus in movimento», con il Covid al primo posto. Seguono i rinovirus, responsabili di raffreddori e raffreddamenti.

«Anche i casi di influenza sono in aumento, ma l'ondata non è ancora al suo picco», spiega Grützmacher. Anche il virus respiratorio sinciziale (RS), che colpisce le vie respiratorie, è in crescita e «può essere particolarmente pericoloso per i bambini piccoli», avverte il medico cantonale.