Pandemia

In diverse migliaia a Neuchâtel contro le misure anti-Covid

ats

22.5.2021 - 17:36

Una grande manifestazione contro le misure anti Covid-19 svoltasi il 24 aprile a Rapperswil-Jona, azione vietata all'epoca dalle autorità sangallesi (foto d'archivio)
Keystone

Tra 4000 e 5000 oppositori alle misure anti-Covid-19 hanno manifestano sabato pomeriggio a Neuchâtel. L'azione, autorizzata, era organizzata dall'associazione Stiller Protest (Protesta silenziosa), che per la prima volta ha fatto la sua apparizione nella Svizzera francese.

ats

22.5.2021 - 17:36

Alla manifestazione, svoltasi senza incidenti sotto il sole di Neuchâtel, hanno partecipato soprattutto persone provenienti dalla dalla Svizzera tedesca, che sono affluite a partire da mezzogiorno nella zona Jeunes-Rives sulle rive del lago di Neuchâtel.

I partecipanti sono poi partiti in corteo alle 14.00 nei dintorni del centro città, per poi tornare al punto di partenza. Uomini e donne in bianco sfilavano portando addosso slogan in francese e tedesco sui pericoli della privazione della libertà.

Bandiere svizzere e cantonali come anche striscioni con scritte in tedesco che invitavano a dire no alla legge Covid-19, in votazione il 13 giugno, hanno dato un tocco di colore al corteo. Una volta tornato a Jeunes-Rives poco più di un'ora dopo, si è dato inizio ai discorsi.

In diversi hanno preso la parola

Diversi oratori sono intervenuti: il messaggio faceva essenzialmente riferimento al fatto che con la pandemia del coronavirus il popolo si era visto sottrarre i suoi diritti e che le persone non si sono mostrate abbastanza critiche nei confronti delle misure di protezione sanitarie dello Stato.

L'associazione Stiller Protest negli ultimi mesi ha già organizzato diverse manifestazioni nel contesto della pandemia di coronavirus. Queste, anche se vietate, hanno ogni volta riunito diverse migliaia di persone soprattutto a Rapperswil-Jona (SG), Altdorf (UR), Liestal (BL), Coira e Aarau (AG).

Prima e dopo il corteo, gli organizzatori hanno ricordato - invano - che la manifestazione era stata autorizzata a condizione che i partecipanti portassero le mascherine. Un giornalista di Keystone-ATS ha constatato che solo poche persone le indossavano. Verso le 16.00 i manifestanti hanno iniziato a fare ritorno a casa.

La presenza della polizia è stata discreta, con agenti presenti in particolare per regolare il traffico deviato a causa della manifestazione. La polizia neocastellana ha osservato il corso degli eventi, ma senza prevedere di contare il numero dei partecipanti.

ats