Trasporto pubblico, torna il biglietto risparmio

ATS

2.6.2020 - 13:34

Un ritorno alla normalità sotto diversi aspetti.
Source: KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

Con l'allentamento delle misure restrittive dovute al coronavirus, la situazione si normalizza anche sul fronte tariffario del trasporto pubblico. In particolare a partire dall'8 giugno saranno nuovamente disponibili i biglietti (e le carte giornaliere) risparmio.

A metà marzo in seguito alla pandemia Covid-19 per treni e bus erano scattati importanti cambiamenti di orario, con la sospensione di diversi collegamenti: da lunedì – ossia dopo dodici settimane – l'offerta verrà ripristinata in maniera pressoché completa, ha indicato oggi l'organizzazione Alliance SwissPass. Da allora torneranno in vigore anche le disposizioni tariffarie ordinarie.

Oltre a poter acquistare biglietti risparmio, la cui vendita era stata sospesa il 19 marzo, sarà possibile depositare l'abbonamento generale (AG), per un periodo compreso tra cinque e 30 giorni, tramite lo stesso formulario messo a disposizione durante la crisi. Da subito non è invece però più possibile depositare l'AG con effetto retroattivo, una misura presa durante la pandemia.

Alliance SwissPass elimina inoltre quella che ritiene essere un'incoerenza esistente riguardo alla validità dei biglietti di percorso. Mentre i biglietti per tratte più brevi e tutti i biglietti elettronici hanno validità di un giorno, quelli di percorso e i cambi di classe a partire da circa 116 chilometri acquistati allo sportello o ai distributori automatici potevano finora essere utilizzati per dieci giorni. «In un'ottica di semplificazione e armonizzazione, il settore ha ora deciso di fissare la validità in via generale a un giorno», si legge nella nota. Questo anche perché, a causa delle misure igieniche, i biglietti non possono essere al momento obliterati manualmente durante il controllo.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS