Giustizia Un russo-svizzero condannato per aver calunniato la ministra tedesca Baerbock

mp, ats

25.11.2022 - 12:11

Un 39enne dalla doppia nazionalità russa e svizzera è stato condannato oggi dal tribunale distrettuale di Zurigo a una pena pecuniaria per aver calunniato la ministra tedesca degli affari esteri Annalena Baerbock. Le aveva inviato un'e-mail nella quale le scriveva che «qualcuno l'avrebbe fatta a pezzi».

La ministra degli esteri tedesca Annalena Baerbock
La ministra degli esteri tedesca Annalena Baerbock
KEYSTONE/Reuters/Pool

mp, ats

25.11.2022 - 12:11

Il tribunale ha condannato lo studente a beneficio di una rendita AI a una pena di 60 aliquote giornaliere da 30 franchi ciascuna (1'800 franchi). L'uomo ha già degli antecedenti giudiziari.

Durante l'udienza, l'imputato ha spiegato che aveva scritto l'e-mail poiché si era sentito ferito nel suo onore dalla ministra tedesca. Il 39enne riteneva che Baerbock avesse calunniato e denigrato lo Stato russo, definendolo «un sistema corrotto».

Quando era ancora co-presidente dei Verdi, l'attuale ministra degli esteri tedesca si era opposta allo sfruttamento dell'oleodotto Nord Stream 2. Secondo l'imputato, ciò è stato il fattore scatenante che l'ha in seguito incitato a mandare la sua e-mail nell'ottobre 2021.

mp, ats