Inserzione pubblicitaria

Un olio d'oliva così non lo avete mai assaggiato

in cooperazione con Filippo Berio

29.11.2018

Pappardelle, Pesto alla Genovese o un'ottima insalata caprese: cosa sarebbero, senza un olio d'oliva di prima classe? Nessun altro ingrediente al mondo incarna così tanta gioia di vivere, piacere e sapore della «dolce vita». Ma ci sono dei trucchi per rendere la cucina mediterranea una vera prelibatezza. Scommettiamo che un olio d'oliva come questo non lo avete mai provato?

Filippo Berio ci dà dei suggerimenti e ci svela dei trucchi – testati dalla «nonna» e approvati da noi:

Consiglio 1

L'olio d'oliva è un piacere da gustare ogni giorno! È considerato un alimento molto sano con un'alta concentrazione di grassi monoinsaturi, che aiutano a prevenire gli attacchi di cuore, così come gli acidi grassi Omega 3 di cui è ricco.

Consiglio 2

Grazie al suo elevato contenuto di vitamina E e di antiossidanti, l'olio d'oliva ritarda il processo di invecchiamento cellulare, in particolare delle cellule della pelle. Quindi utilizzate tranquillamente l'olio d'oliva anche per la cura della pelle o come maschera per capelli.

Consiglio 3

Conservate l'olio d'oliva sempre in un luogo fresco e buio, per esempio in un armadio non esposto al sole. La luce e il calore possono rendere l'olio rancido, soprattutto se imbottigliato in contenitori trasparenti. Evitate anche di lasciare la bottiglia aperta, se non volete che l'olio si rovini in fretta.

Consiglio 4

È consigliabile consumare l'olio d'oliva entro tre mesi dall'apertura della bottiglia, affinché mantenga intatto tutto il suo aroma.

Consiglio 5

Il food-styling è facile: è di nuovo tempo di zuppa! Prima di servire, basta aggiungere una goccia d'olio d'oliva al piatto. L'aspetto è fantastico e gli aromi dell'olio vengono fuori al meglio: è l'ingrediente che fa la differenza tra una zuppa normale e un risultato ‹oh là là là›!

Consiglio 6

Tenete in casa una piccola selezione di diversi oli d'oliva. Hanno tutti una funzione diversa. Scoprine di più qui sotto.

Consiglio 7

Ogni olio d'oliva ha il suo punto di fumo. Se l'olio si surriscalda, comincia a fumare. Se l'olio si avvicina al punto di fumo, il calore dov'essere ridotto immediatamente. Se l'olio sta fumando, è già troppo tardi ed è meglio ricominciare tutto da capo per il bene della vostra salute.

Consiglio 8

Mettete in tavola sempre una bottiglia del miglior olio d'oliva e usatela per condire zuppe, insalate, verdure grigliate, pasta e molto altro ancora. E naturalmente, per intingervi del pane fresco ...

Consiglio 9

Tenere al fresco (ma non troppo!): può succedere che l'olio d'oliva si «congeli» quando fa troppo freddo e si trova, ad esempio, in frigorifero. In questo caso può apparire nebuloso e a scaglie. Non preoccupatevi, non è sciupato. Basta mettere brevemente la bottiglia in una ciotola d'acqua calda e il vostro olio d'oliva tornerà nel giro di poco ad avere il profumo e il sapore di sempre.

Qual è l'olio migliore per ogni piatto?

Gli oli dolci si abbinano perfettamente con insalata, pesce e petto di pollo. Gli oli più forti sono più adatti per zuppe ricche e carni alla griglia.

Migliore è la qualità dell'olio d'oliva (di solito anche più costoso), più è probabile che venga utilizzato per la cottura a freddo (o marinatura). Questi tipi di oli sono definiti come «extravergine» o «delicato».

L'olio d'oliva, che ha un alto punto di fumo, è adatto per rosolare e friggere. Questi prodotti sono etichettati nella maggior parte dei casi con la dicitura «cucinare».

Concorso

Provate a vincere una confezione con i migliori oli d'oliva di Filippo Berio.


Questo è un contributo sponsorizzato.
"In collaborazione con… " significa che i contenuti sono stati prodotti per conto di un cliente che li ha pagati.

Tornare alla home page