Anna Wintour: «La Fashion Week è ripetitiva»

CoverMedia

21.2.2018 - 13:10

Source: Covermedia

Secondo l’editrice di Vogue America, quest’anno meritano una menzione solo gli spettacoli di Londra e New York.

Anna Wintour si sta stancando della Fashion Week.

Secondo l’iconica editrice di Vogue ad accendere un po’ le passerelle della stagione sono stati unicamente gli spettacoli riservati a Londra e New York.

«La moda deve parlare di cambiamento e penso che presenziare a tutti gli spettacoli sia un po’ vincolante: d’altra parte si possono vedere show interessanti, ma dopo un po’ tutto diventa ripetitivo».

Tuttavia, Anna ha rivelato di essere ispirata da molte delle collezioni presentate a Londra e New York, delle quali ha particolarmente apprezzato il contributo artistico.

«Ora stiamo vedendo generazioni di giovani artisti sia a Londra che a New York che vogliono mettere in discussione tutto e farlo in modo diverso: quanto è eccitante e meraviglioso? Questo dovrebbe essere il mondo della moda», ha commentato Anna.

La fashion guru al timone di Vogue America dal 1988 ha elogiato molti marchi britannici in passerella a Londra, come Erdem e Simone Rocha, ed è stata particolarmente premurosa nei confronti dello spettacolo autunno/inverno di Burberry che ha segnato l'ultima collezione firmata da Christopher Bailey.

«È stato un incredibile ultimo spettacolo, penso che abbia riassunto tutto ciò in cui crede siano i diritti dei gay: l'ottimismo, lo spirito della gioventù, lo spirito delle strade di Londra», ha dichiarato Anna parlando dell’«emotiva» passerella finale del 46enne.

Tornare alla home page

CoverMedia