Digitale & Lifestyle

Bambini delle elementari: meno attività fisica, più deboli da adulti

CoverMedia

21.11.2019 - 16:08

Two little sisters running and racing in the garden When: 13 Dec 2016 Credit: Lisa Tichane/Westend61/Cover Images
Source: Lisa Tichane/Westend61/Cover Ima

Gli esperti sono convinti che tutti debbano svolgere almeno un’ora di esercizi al giorno, anche i più piccoli.

Ogni anno che passa, i bambini diventano sempre più sedentari. Come risultato, il livello di salute degli adulti continua ad abbassarsi.

A sollevare la preoccupazione sono i ricercatori della University of Bristol, nel Regno Unito, secondo cui ogni bimbo dovrebbe svolgere almeno un'ora di attività fisica moderata o vigorosa (MVPA) al giorno.

Per la ricerca il team ha monitorato il comportamento di oltre 2000 bambini provenienti da 57 scuole della regione Sud Ovest dell’Inghilterra. Tutti i giovanissimi partecipanti dovevano indossare degli accelerometri per 5 giorni, gadget mirati alla misurazione dei minuti totali in cui i bambini partecipavano ad una attività di MVPA quotidianamente.

Secondo i risultati, per ogni anno che passa, vi è un calo di 17 minuti nell’attività fisica svolta settimanalmente dai bambini.

Circa il 61% dei bimbi di prima elementare (5-6 anni) svolgeva almeno un'ora di attività fisica al giorno, mentre solo il 41% dei bambini di 10-11 anni raggiungevano lo stesso target.

Il calo più considerevole è stato registrato tra le bambine: dal 54% durante il primo anno al 28% nell’ultimo anno di scuola elementare.

«Valutare i pattern di attività fisica durante tutto il corso dell’infanzia è molto importante», dice professor Russ Jago, leader dello studio. «Questo ci consente di identificare l’età chiave in cui intervenire per correggere un comportamento sbagliato e stabilire delle buone abitudini di vita».

Per far sì che i bimbi mantengano un livello di attività fisica ottimale e diventino adulti in salute è bene instituire programmi adatti già dall’infanzia, incentrati sulla partecipazione e sul piacere di svolgere attività sportive.

«Dobbiamo anche enfatizzare e promuovere attività da svolgere nel fine settimana», ha concluso professor Jago.

La ricerca è stata finanziata dalla British Heart Foundation (BHF).

Tornare alla home page

CoverMedia