Bambini nati prematuri: papà più stressati delle mamme

CoverMedia

14.12.2017 - 16:12

Covermedia

Una nuova ricerca sui neonati che hanno bisogno di cure speciali indica un livello di tensione elevatissimo nei padri.

Mentre lo stress tende a restare costante nelle madri dei neonati che nascono prematuramente, quello dei papà è in continuo aumento. Lo riporta una ricerca effettuata presso la Northwestern University, che ha monitorato il livello di ansia e preoccupazione dei genitori dei bimbi che vengono trasportati dal Neonatal Intensive Care Unit (NICU) a casa per la prima volta. Lo studio è durato 14 giorni.

«I padri passano da una situazione in cui il bambino e la loro mamma è sotto la cura di specialisti, in ospedale, ad una in cui sia il neonato che la loro compagna è a casa», ha spiegato il leader dello studio Craig Garfield, della Northwestern University Feinberg School of Medicine.

«Dovrebbe essere la “roccia” per il partner, ma lo stress può davvero avere la meglio su di lui… un giorno di stress non è un problema, ma se il livello di tensione resta alto dopo due settimane, allora può diventare preoccupante».

Per aiutare i papà ad alleviare lo stress e facilitare la transizione, i ricercatori consigliano ai padri di familiarizzare di più con il neonato mentre si trova ancora nelle cure dell’ospedale.

«I bambini si stressano se i genitori sono stressati, e se i genitori sono stressati, l’impatto sul bimbo è forte e la relazione tra i due genitori può alterare l’attaccamento del neonato», ha concluso dottor Garfield.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica Journal of Perinatal and Neonatal Nursing.

Tornare alla home page

CoverMedia