Digitale & Lifestyle

Capelli bagnati: asciughiamoli senza fon

CoverMedia

19.9.2018 - 08:33

Source: Covermedia

Dopo il consueto lavaggio, limitiamoci ad avvolgere un asciugamano sulla chioma. Ecco perché.

Per tante di noi lavare i capelli è una vera e propria missione, soprattutto dopo che usciamo dalla doccia e arriva il momento di asciugarli, fare la piega e/o la piastra.

Per questo il team di Cover Media ha chiesto una mano ai suoi esperti di styling. Il loro suggerimento per rendere più semplice questa missione è quello di fare un investimento intelligente: un asciugamano in stile turbante che ci consenta di asciugare la chioma senza rovinarla con il getto di calore e le temperature altissime.

«Noi consigliamo sempre di lasciar asciugare i capelli all’aria completamente», dice Britta Cox, fondatrice del brand di turbanti elastici post-lavaggio AQUIS. «L’acqua indebolisce la chioma per un 58% circa, dunque la chiave per mantenerla in salute è passare alla fase umida il più in fretta possibile. Qui inizierà a recuperare la sua forza. Più a lungo la lasciamo bagnata, più sarà propensa a rovinarsi. Pensiamo alle unghie dopo una lunga doccia: sono deboli e tendono a piegarsi; la stessa cosa succede con i capelli dopo una lunga esposizione all’acqua».

Il brand di bellezza Soap and Glory ha creato il turbante Up In The Hair Quick-drying Hair Turban, in microfibra super assorbente, e Botanics ha lanciato il Bamboo Hair Turban, che impiega vere fibre di bambù per permettere alla chioma di asciugarsi ancora più rapidamente.

«I fon non sono fatti per asciugare i capelli bagnati», assicura l’esperta. «La fonatura rapida tende a rovinare le cuticole del capello perché, in pratica, è come se mettessimo a bollire le ciocche! In più, causa una maggiore produzione di sebo, costringendoci a lavarli più spesso».

Prima della fonatura, infatti, la chioma deve essere asciutta per il 70-80%. Utilizziamo l’asciugacapelli solo ed esclusivamente sulle ciocche semi-umide.

Tornare alla home page

CoverMedia