Carboidrati o grassi, quali sono i veri nemici del dimagrimento?

CoverMedia

23.11.2018 - 16:10

Source: Covermedia

Un nuovo studio ha esplorato l’impatto dei glucidi sullo smaltimento del peso in eccesso.

Brutte notizie per gli amanti della pasta, della pizza e del pane – in altre parole brutte notizie per la maggior parte di noi: gli scienziati del Boston Children’s Hospital confermano ciò che tanti nutrizionisti già consigliano, ovvero di stare il più possibile lontani dai carboidrati se il nostro obiettivo è quello di perdere i chili di troppo.

Il team di ricerca, capitanato dalla dottoressa Cara Ebbeling, ha analizzato i dati relativi a 234 adulti sovrappeso, di un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, tutti con un indice di massa corporea (IMC) pari a 25 o superiore (dai 30 in su la diagnosi è obesità).

I partecipanti sono stati suddivisi per diete: ad un gruppo è stato somministrato un programma dimagrante con un apporto di carboidrati alto (60%), uno con un apporto moderato (40%) e uno basso (20%), per una durata totale di 20 settimane.

Tutti i pasti dei volontari previsti dal team si differenziavano per l’apporto di carbs, ma mantenevano un livello simile di proteine e grassi. I carboidrati, inoltre, provenivano perlopiù da cibi integrali, come la pasta, il riso, il pane.

Alla fine dell’esperimento, il team ha rilevato che il terzo gruppo, cioè quello dal basso apporto di glucidi, aveva perso circa 250 chilocalorie in più al giorno rispetto al primo gruppo, che seguiva un’alimentazione ad alto apporto di carboidrati.

«Se questa differenza persiste nel tempo, l’effetto si traduce in circa 10 chili di peso persi in tre anni, senza nessun cambiamento apportato alle calorie», ha confermato la leader dello studio.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica BMJ.

Tornare alla home page

CoverMedia