Digitale & Lifestyle

Una cattiva igiene orale è legata alla pressione sanguigna alta

CoverMedia

29.10.2018 - 16:10

Source: Covermedia

Secondo una nuova ricerca, le persone che hanno delle gengive sane godono di uno stato di salute generale migliore e reagiscono meglio ai farmaci.

Avere una cattiva igiene orale non rappresenta un problema solo per il nostro sorriso. Secondo una nuova ricerca condotta presso l’Università degli Studi dell'Aquila, può risentirne anche la pressione e, di conseguenza, il nostro stato di salute generale.

«I medici dovrebbero prestare molta attenzione alla salute orale dei loro pazienti, in particolare quelli che ricevono il trattamento per l’ipertensione, e sollecitare quelli con segni di malattia parodontale a sottoporsi a cure dentistiche», ha dichiarato Davide Pietropaoli, autore principale dello studio. «Allo stesso modo, gli specialisti di salute dentale dovrebbero essere consapevoli del fatto che una buona igiene orale è indispensabile per il nostro generale benessere fisiologico, incluso quello cardiovascolare».

Secondo l’American Heart Association e l’American College of Cardiology, una pressione sanguigna regolare per le persone con ipertensione deve essere inferiore ai 130/80 mmHg (millimetri di mercurio).

I risultati dello studio indicano inoltre che i pazienti con una grave condizione di piorrea alveolare presentano una pressione sistolica (o «massima», durante le contrazioni del cuore) di approssimativamente 3 mmHg superiore rispetto a coloro che godevano di una buona salute dentale.

Il team del dottor Pietropaoli spiega che questa differenza nel calo della pressione sanguigna è simile a quella che potrebbe essere ottenuta riducendo l’apporto di sale di 6 grammi al giorno (l’equivalente di un cucchiaino di sale, o 2.4 grammi di sodio).

Per i pazienti con una condizione di ipertensione non trattata la cifra si innalza fino a 7 mmHg al giorno.

«Gli individui con una pressione sanguigna molto elevata e i medici che li seguono dovrebbero essere consapevoli del fatto che una buona igiene orale è un fattore importante nel controllo della condizione», ha continuato lo specialista. «È necessario che il paziente apporti alcuni cambiamenti nel suo stile di vita se si vuole tenere sotto controllo la pressione: un’alimentazione a basso apporto di sale, esercizi fisici regolari e controllo del peso».

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica dell’American Heart Association, Hypertension.

Tornare alla home page

CoverMedia