Cheratosi pilare: cos’è e come combatterla

CoverMedia

5.1.2018 - 08:43

Covermedia

Eliminiamo i piccoli puntini rossi per una pelle perfettamente liscia e vellutata.

Anche se tante di noi non hanno mai sentito parlare di cheratosi pilare, è possibile che ne abbiamo sofferto o che ancora ne siamo colpite. Si tratta di un disturbo della pelle che si sviluppa in determinate zone del corpo quali le braccia, le cosce e le natiche, causato da una ritenzione di cheratina negli orifizi dei follicoli.

Anche se la tentazione di esfoliare quella parte del corpo è alta, gli esperti non lo raccomandano: con uno scrub si può infatti rischiare di irritare ancora di più la pelle, senza risolvere il problema. Ecco i loro consigli.

Idratazione assoluta

Nei punti del corpo che vengono colpiti, solitamente la pelle è secca e disidratata, dunque facciamo in modo di idratarla con i prodotti giusti, come Ameliorate Skin Transforming Body Lotion, formulata specialmente per pelli problematiche: fornisce una delicatissima azione esfoliante e al contempo idrata, combatte i peli incarniti e leviga la pelle. Proviamo anche Avene con la sua Akerat Body Cream, ideale per la cheratosi pilare, priva di parabeni e antinfiammatoria. La pelle sarà visibilmente più liscia e vellutata.

Detergenti

I prodotti con cui ci laviamo fanno la differenza: usiamo quelli neutri, che non contengono fragranze, e che siano il più naturale possibile. Aveeno o Carex sono una buona opzione. Come ingredienti scegliamo l’acido salicilico, che penetra nel follicolo e aiuta a rilasciare la cheratina, e l’acido lattico, ottimo agente di idratazione.

Cambiamo temperatura

L’acqua eccessivamente calda peggiora il problema, dunque evitiamo le lunghe docce o i bagni bollenti. Resistere è dura soprattutto se fuori fa freddo, ma la nostra pelle ci ringrazierà!

Cambiamo alimentazione

Anche la dieta è un fattore importantissimo per la cura e la prevenzione della cheratosi pilare. Ci sono cibi che infatti contribuiscono a peggiorare le condizioni della nostra pelle, come i latticini. Scegliamo piuttosto alimenti ricchi di Omega-3, come la soia e le noci, che aiutano anche a migliorare la salute delle cellule e aumentare il livello di idratazione.

Tornare alla home page

CoverMedia