Contouring e definizione: non solo sulle guance!

CoverMedia

1.3.2018 - 08:33

Source: Covermedia

Questa tecnica di make-up si può impiegare anche sugli occhi: ecco come procedere.

Chi di noi ha già scoperto le meraviglie del contouring, difficilmente tornerà indietro ad un trucco senza questa «alta definizione».

Si tratta di una tecnica largamente utilizzata dai make-up artist e pro del social al fine di rendere alcuni tratti del viso più pronunciati, in particolare gli zigomi o la linea del naso. Ma ora possiamo affidarci al contouring anche per ciò che riguarda il make-up sugli occhi, valorizzandone forma e profondità, illuminandoli e «sollevandoli» con un effetto lifting.

Applicarlo è semplicissimo: la prossima volta che arriviamo all’highlighter, aggiungiamone una puntina anche sugli angoli interni degli occhi: in questo modo appariranno immediatamente più grandi e il nostro sguardo più aperto e luminoso. Come prodotti, il team di Cover Media consiglia Charlotte Tilbury con il suo highlighter Bar of Gold Skin Gilding Highlighter, oppure Killawatt del brand di Rihanna Fenty Beauty. È un’ottima scelta anche Love Lights Prismatic Highlighter di Too Faced, comprensivo di 3 diverse tonalità in una carinissima confezione a forma di cuore.

Al centro delle palpebre applichiamo un tocco di ombretto metallico in crema. Ne basta veramente pochissimo per completare il look. Con l’eyeliner, poi, tracciamo la linea delle ciglia superiori e sfumiamo in un cat-eye super sexy e «smoky».

Come strumento d’applicazione, la nostra prima scelta sono decisamente i pennelli Total Eye Kit di L.A.B², non testati sugli animali e al 100% cruelty-free. In più, sono infusi con carbone o polvere di tè verde, entrambi dall’effetto calmante e antimicrobico sulla pelle.

Tornare alla home page

CoverMedia