Cos'ha la Slovenia di pìu della Svizzera?

In collaborazione con Slovenia Turismo

23.3.2018

La Slovenia offre un mix paesaggistico e culturale unico nel suo genere: montagne, numerosi castelli, mare, grotte spettacolari, villaggi pittoreschi o città costiere in stile veneziano. E naturalmente la capitale Lubiana. Ma la cosa più bella è che tutto ciò dista solo un’ora d’aereo. E poi tutto è così vicino e facilmente raggiungibile da non aver bisogno di un’auto.

Secondo Wikipedia, la Svizzera è un paese montuoso dell’Europa centrale con numerosi laghi, paesini e alte vette alpine. Le sue città vantano antichi quartieri medievali ed è rinomata anche per i suoi comprensori sciistici e i sentieri escursionistici. Un paese perfetto, se non fosse per la Slovenia ...
Dopotutto, oltre alle summenzionate caratteristiche svizzere, questo paese con 2 milioni di abitanti offre anche un po’ di mare. Volete le prove?

1. Lubiana

La capitale nonché principale città della Slovenia offre un mix colorato di influenze diverse: edifici ben conservati in stile rinascimentale, barocco e liberty sorgono l’uno a fianco dell’altro circondati da tanto verde. L’atteggiamento sostenibile nei confronti della natura ha fatto sì che Lubiana venisse eletta Capitale verde due anni fa.

Tutti i luoghi d’interesse del centro storico pedonale sono facilmente raggiungibili senza dover utilizzare mezzi di trasporto. Al castello di Lubiana, la principale attrazione che svetta nel cuore della città, ci si può arrivare comodamente a piedi o con la funicolare. Dalla torre panoramica e dalle mura del castello si gode la vista più bella sui dintorni.

Le temperature miti dalla primavera all’autunno, insieme ai numerosi caffè e ristoranti, regalano un’atmosfera mediterranea mentre si passeggia per le vie del centro storico. Una camminata lungo le sponde del fiume Ljubljanica, che si snoda attraversando la città, si trasforma in un’esperienza incantevole.

I numerosi eventi culturali attirano molti giovani e meno giovani all’aria aperta nelle giornate di sole. Il punto d’incontro centrale è piazza Prešeren, circondata da splendidi edifici. Qui ci si arriva anche dal Tromostovje (Triplo ponte), un altro emblema della città. Storicamente il ponte collegava i paesi dell’Europa nord-occidentale con i Balcani e l’Europa sud-orientale.

Particolarmente amato è il mercato che si svolge ogni venerdì (tranne che nei mesi invernali) nella piazza del Mercato centrale. Qui gli chef cucinano dal vivo e vendono le loro prelibatezze in varie bancarelle. Con oltre 60'000 studenti, la città universitaria offre anche tanti punti di incontro per uscire la sera. Ciononostante di sera la capitale è tranquilla e piacevole, dopotutto, nessuno vuole disturbare l’atmosfera pacifica e rischiare di risvegliare i terribili draghi.

Questi decorano infatti il Ponte dei Draghi e sono il simbolo più famoso della città di Lubiana. Sono dei capolavori impressionanti, e non soltanto per i fan di Game of Thrones.

2. Il lago di Bled

Questo lago alpino con l’unica isola slovena affascina da secoli. Prendendo una pletna, la variante slovena della gondola, è possibile raggiungere l’isola a fronte di un piccolo importo. All’arrivo, salendo 99 gradini di pietra si giunge alla Chiesa di S. Maria Assunta. Dopo aver visitato l’isola si consiglia una lunga passeggiata intorno al lago. Alla fine del sentiero sorge il castello arroccato che sovrasta il lago e offre una vista fantastica sulla località termale di Bled, sull’isola e sulle montagne. Successivamente potete costeggiare il lungolago e farvi servire come ricompensa le famose sfogliatelle alla crema di Bled in un caffè.

Bled si trova ai margini del Parco Nazionale del Triglav, l’unico in Slovenia; spesso punto di partenza per escursioni nell’area dei laghi glaciali e delle cascate. In questi paesaggi naturali si sentono a loro agio anche l’orso bruno, il lupo e la lince. Non c’è da stupirsi, dopotutto oltre la metà della Slovenia è ricoperta da foreste e rappresenta in generale una delle maggiori biodiversità in Europa. Un vero paradiso per gli amanti della natura e gli escursionisti!

3. Istria

Le tre città costiere istriane di Capodistria, Isola e Pirano coniugano l’atmosfera mediterranea con la ricchezza culturale. Negli antichi vicoli sorgono innumerevoli gallerie, musei e mercati. Soprattutto nei miti mesi estivi è possibile trovare un evento quasi in ogni angolo.

Un tuffo in mare garantisce il necessario refrigerio nelle giornate calde. Dalla spiaggia ghiaiosa a quella sabbiosa, dalle piscine sul mare al lungomare con molo e scaletta: i quasi 50 km della costa adriatica slovena offrono numerose località balneari in cui rilassarsi.

La sera i ristoranti servono principalmente specialità di pesce fresco che solo qualche ora prima sguazzava ancora nell’Adriatico. Come dessert un gelato in una piazza e poi dritti in un bar per un drink o in discoteca. Se chi è in cerca di un flirt non ha successo dicendo “Pokaži mi lepote države prosim” (in it.: mostrami le bellezze del paese) o gli si annoda la lingua nel tentativo di pronunciare questa frase, può mettere alla prova la sua natura di giocatore e tentare la fortuna in uno dei casinò delle vicinanze.

Capodistria

La città portuale più grande del paese si trova soltanto pochi chilometri più a sud rispetto al confine italiano. Nel centro storico medievale sorgono edifici influenzati dallo stile veneziano come il palazzo Pretorio e la più grande cattedrale della Slovenia, il cui campanile offre una splendida vista sulla baia. Pochi passi più avanti, potrete gustare un ottimo espresso nel Café Loggia sotto i portici di un palazzo gotico. Dolce vita alla slovena!

Isola

Questa cittadina si trova tra Capodistria e Pirano. Se desiderate un’atmosfera un po’ più tranquilla e accogliente, siete nel posto giusto. Non è così inconsueto smarrirsi nei vicoletti del pittoresco centro storico. Altrimenti si possono ammirare i numerosi yacht attraccati nel grande porto o guardare i pescatori al lavoro. La sera potete unirvi alla gente del posto per un bicchiere (o anche due) di vino. I vini sloveni sono generalmente considerati tra i più pregiati al mondo. E chi è curioso può anche assaggiare in alcuni posti i cosiddetti Orange Wine (vini arancioni).

Pirano

Pirano sorge su una penisola del mare Adriatico, in cima alla quale svettano il castello e la chiesa di San Clemente. Il cuore della città senza auto, che molti ritengono la più bella della Slovenia, è Piazza Tartini, circondata da case idilliache. Da lì, con una passeggiata abbastanza ripida di circa 15 minuti, si raggiunge la cinta muraria. A ricompensare la fatica della camminata è la vista da sogno su Pirano e sulla lingua di terra appuntita che trafigge il mare come una freccia. Anche le saline di Sečovlje sono un luogo d’interesse che vale la pena visitare e dove potrete familiarizzare con l’estrazione tradizionale di sale nell’ambito di una visita guidata.

4. Grotte di Škocjan e Postumia e il Castello di Predjama

A soli 30-45 minuti dalla costa o da Lubiana vi attendono emozionanti avventure nel sottosuolo della regione carsica. In tante nazioni è possibile ammirare grotte di stalattiti, ma queste due sono davvero speciali. Entrambe hanno un proprio charme individuale.

Grotte di Škocjan

Le grotte di Škocjan anche soprannominate “Grand Canyon sotterraneo” sono le più grandi grotte carsiche sotterranee d’Europa. A dare vita a questo mondo sotterraneo unico è stato il fiume Reka, che ha scavato la sua strada nel sottosuolo. Il percorso della visita, che conduce attraverso ponti unici nel loro genere, comprende cascate sotterranee (se ne contano 26 in tutto), grandi sale e stalattiti giganti che raggiungono fino a 15 metri di altezza.

Grotta di Postumia

Quella di Postumia è una delle grotte più visitate, grandi ma soprattutto belle del mondo. La prima parte della visita non procede a piedi ma con un treno elettrico sotterraneo a carrozze scoperte. Il percorso si snoda su e giù attraverso un mondo irreale ma incantevole. Le guide di gruppo offrono informazioni sugli interessanti retroscena di questo fantastico paesaggio. Uno spettacolo certamente straordinario è offerto da “Brillant”, la stalattite bianca di 5 metri, e dalla sala concerti, ovvero un’enorme cavità dove si tengono regolarmente concerti. La grotta ospita inoltre il proteo, un anfibio unico e misterioso, noto anche come il “baby drago”, che può essere ammirato solo in questa regione. Un essere davvero mitologico!

Castello di Predjama

Non lontano dalla grotta di Postumia sorge il più grande castello di grotta al mondo. Da oltre 800 anni troneggia incastonato in una parete rocciosa di 123 metri. È collegato alla grotta sottostante da misteriosi cunicoli sotterranei. Nel XV secolo il castello funse da rifugio per il suo famoso proprietario Erasmus von Luegg. Il suo stato di conservazione è ottimo e sono inoltre disponibili delle audioguide.

5. Benessere a base di birra e miele

Ora è arrivato il momento di pensare al benessere. La Slovenia offre numerosi centri e fonti termali.

A Laško, oltre ai soliti trattamenti, potete provare anche qualcosa di nuovo. La cittadina, infatti, è famosa per il suo birrificio. Per questo motivo le “Thermana Laško” si ispirano alla specialità locale, viziando gli ospiti con un trattamento di benessere unico a base di birra, il quale nutre e cura la pelle con vitamine e altri principi attivi.

Un’altra tradizione di Laško è l’apicoltura. Per questo motivo il miele è alla base di un’altra offerta per il benessere. Questo dolcificante naturale contiene una serie di vitamine, minerali, enzimi e antiossidanti, e al contempo aiuta ad alleviare i dolori, calma e rilassa.

Questo è un contributo sponsorizzato.
"In collaborazione con… " significa che i contenuti sono stati prodotti per conto di un cliente che li ha pagati.

Tornare alla home page