Denti più bianchi: no ai kit da fare a casa

Covermedia

19.2.2021 - 16:04

Blanchiment des dents maison et professionnel : quelles différences ?

I trattamenti di sbiancamento devono essere fatti rigorosamente dal dentista. Ecco perché.

Se desideriamo un sorriso smagliante, lo sbiancamento dei denti può decisamente aiutarci a realizzarlo.

Ma è bene lasciar perdere i kit da fare a casa e prenotare un appuntamento con il nostro dentista. Anche se la differenza di prezzo può attrarci, pensiamo che il potenziale danno che questi kit possono causare alla nostra dentatura è, sfortunatamente, irreversibile.

Lo smalto dei denti, infatti, una volta perso non si rigenera, e questi trattamenti faidaté puntano a levigare lo strato superficiale del dente privandolo del suo smalto.

«Di solito i kit e i trattamenti professionali impiegano gli stessi ingredienti, ma con una concentrazione diversa», spiega Reena Wadia, fondatrice di RW Perio. «Ciò significa che con i kit dobbiamo fare più applicazioni e l’efficacia è comunque inferiore rispetto ai sistemi professionali».

Anche il modo in cui il gel sbiancante, chimicamente attivo, viene applicato sui denti è diverso: le strisce professionali si prendono cura delle gengive mentre a casa questo processo non è garantito e possiamo danneggiare sia i denti che le gengive.

L’esperta consiglia di richiedere un appuntamento con il nostro dentista per scoprire come meglio procedere con il trattamento e se prima dobbiamo fare una pulizia: i denti, infatti, non si sbiancano attraverso placca e tartaro.

In generale, teniamo presente che alcuni cibi e bevande tendono a «macchiare» i denti: il caffè, il tè, il vino rosso e il curry sono tra i più «pericolosi».

Tornare alla home page