Digiuno intermittente: per dimagrire non funziona

CoverMedia

4.11.2020 - 16:09

Hugh Jackman attends the press conference of 'The Front Runner' during the 43rd Toronto International Film Festival, tiff, at Bell Lightbox in Toronto, Canada, on 08 September 2018. When: 08 Sep 2018 Credit: Hubert Boesl/picture-alliance/Cover Images
Source: Hubert Boesl/picture-alliance/Co

Questa dieta, tanto amata dalle celebrity, potrebbe non essere poi così efficace per perdere peso.

Il digiuno intermittente, dieta popolarissima tra le star di Hollywood, non è la più efficace per dimagrire.

Una nuova ricerca condotta presso l’Università della California, USA, dal cardiologo Ethan Weiss, smentisce i benefici di questo pattern, che tipicamente prevede il consumo di cibo interamente concentrato in un arco di tempo di 8 ore, per poi digiunare il resto della giornata.

Dottor Weiss, che per tanto tempo è stato un seguace della dieta, rivela che non vi sono prove a sufficienza per dimostrare l’efficacia della stessa come strategia dimagrante.

«Ho condotto questo studio con la speranza di dimostrare che ciò che ho fatto per anni funzioni davvero», ha dichiarato l’esperto ai microfoni della CNBC. «Ma non appena ho visto questi risultati ho smesso».

Lo studio ha coinvolto un campione di 116 persone sovrappeso o obese, suddivise in due gruppi: il primo poteva fare tre pasti al giorno e gli snack come normale, mentre il secondo doveva consumare tutto il cibo della giornata tra le 12 e le 20.

Dopo un periodo di 12 settimane il gruppo del digiuno intermittente aveva perso una media di 900 grammi, mentre il resto dei partecipanti aveva perso poco meno, circa 680 grammi.

Oltre a scoprire una differenza minima, il team ha osservato anche che la maggior parte del peso perso con la dieta era massa magra e non grassa.

«Cioè il peso che perdi è quello sbagliato!», ha concluso Weiss.

Tornare alla home page

CoverMedia