Digitale & Lifestyle

Fast food: una droga che causa crisi astinenza

CoverMedia

30.10.2018 - 16:10

Source: Covermedia

Eliminare il cibo «junk» è il primo passo verso una vita salutare. Però prepariamoci ai sintomi.

Basta con gli hamburgers, le patatine fritte, le pizze extra-farcite, i dolci: diamo il benvenuto ad un’alimentazione sana per ritrovare la forma fisica, ristorare le energie e purificare la pelle. Ma come tutti sappiamo, è più facile a dirsi che a farsi.

L’astinenza improvvisa dal cosiddetto cibo spazzatura può difatti causare dei veri e propri effetti da… droga. Gli scienziati dell’Università del Michigan hanno monitorato un gruppo di persone a dieta, rilevando sintomi come dolori e mal di testa, sbalzi d’umore, forti languori e irritabilità.

«Ci si lamentava del fatto che non fosse stato effettuato alcuno studio sull’astinenza da junk food negli esseri umani, un fattore chiave della dipendenza, che può avvenire quando una persona taglia di netto con il cibo malsano», ha dichiarato la leader dello studio Erica Schulte, intervistata dal sito Mail Online. «Il nostro team ha sviluppato un metodo di misurazione dei sintomi dell’astinenza nel contesto del consumo di junk food, proprio per colmare questa lacuna nel campo della ricerca scientifica».

I ricercatori hanno monitorato un gruppo di 231 individui di un’età compresa tra i 19 e i 68 anni. Tutti i partecipanti dovevano esprimere le loro sensazioni dopo aver ridotto drasticamente o eliminato del tutto il cibo junk dalle loro diete.

Alla fine dell’esperimento, durato un anno, un sorprendente 98% dei volontari aveva manifestato sensazioni di profonda tristezza, stanchezza e debolezza, crisi d’astinenza e una crescente irritabilità nel periodo coincidente con il cambiamento, con il picco dei sintomi peggiori raggiunto nei 2-5 giorni immediatamente successivi.

Sintomi simili, dunque, all’astinenza dal tabacco o dalle droghe oppioidi.

«L’idea che alcune persone provino gli stessi effetti di una crisi d’astinenza da droghe con il cibo resta, tuttavia, controversa», ha precisato la dottoressa. «Anche se l’astinenza può decisamente contribuire ai fattori per cui queste persone hanno tante difficoltà a ridurre o eliminare il junk food».

La ricerca è stata pubblicata per intero nella rivista scientifica Appetite.

Tornare alla home page

CoverMedia